Andato in scena per la prima volta nel 1896 facendo subito scalpore, Ubu Re è uno di quei testi che ha rivoluzionato il teatro, un assoluto classico moderno capace di parlarci ancora oggi.
Tra politica, colpi di stato e guerre, un testo sempre attuale che parla di noi e a noi, perché oggi come ieri le regole del gioco sono sempre le stesse: il potere, la ricchezza e l’ingordigia che portano a consumare e consumarsi. Bloccati all’interno di un dipinto del ‘600, in abiti storici accanto ad una natura morta, Madre e Padre Ubu sono le maschere eterne dell’infinita commedia del potere e della sua gestione, sulla quale, tutti noi, ancora ci interroghiamo.

durata: 1h