Federico Tiezzi affronta il mito di Faust, il racconto di un sapiente studioso di teologia, filosofia e scienze naturali che, per ottenere conoscenze ancora più vaste, potere e giovinezza, vende la propria anima a Mefistofele mediante un contratto firmato col sangue.
Questo personaggio che aspira alla totalità della conoscenza e all’eterna giovinezza grazie a Goethe è divenuto parte dell’immaginario collettivo della cultura occidentale, oltre che simbolo della crisi della coscienza e dell’anima dell’uomo contemporaneo.
Lo spettacolo racconta del rapporto conflittuale tra l’intellettuale, stanco di teorizzare e di lavorare sulle idee, e la realtà, il mondo fisico e biologico, sentimentale e emotivo, che gli sfugge. Ci parla del dramma della conoscenza, dell’insoddisfazione per un sapere vecchio, inefficace, non più capace di interpretare il mondo con il solo ausilio dei dogmi religiosi. E ci parla anche delle dinamiche del desiderio e del sentimento, nell’esplorazione del rapporto tra Faust e Margherita.

durata: 2h

di Johann Wolfgang Goethe
versione italiana Fabrizio Sinisi
regia e drammaturgia Federico Tiezzi
con Dario Battaglia, Alessandro Burzotta, Nicasio Catanese, Valentina Elia,
Fonte Fantasia, Marco Foschi, Francesca Gabucci, Ivan Graziano, Leda Kreider,
Sandro Lombardi, Luca Tanganelli
produzione Teatro Metastasio di Prato/Compagnia Lombardi-Tiezzi
in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana/Manifatture Digitali Cinema Prato
e Teatro Laboratorio della Toscana/Associazione Teatrale Pistoiese

Le recensioni del pubblico

5.00 avg. rating (90% score) - 1 vote

1
Lascia una recensione

avatar
1 Elenco recensioni
0 Elenco commenti
0 Followers
 
Recensioni più animate
Recensioni più discusse
1 Autori recensioni
Paola Dei Autori recensioni più recenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Paola Dei
Ospite

Scene dal Faust (La versione originale in italiano é pubblicata su Ego-Times) E colui che vuole il male compiendo il bene é Mefistofele. Uno specchio incrinato rappresenta Dio, tre Arcangeli sospesi a testa in giù sono appesi a delle corde tenute da ganci, come immagini cabalistiche, spogliati e in perizoma a prefigurare il precipizio di angeli, che, come Mefistofele, sono caduti sulla terra. Solo Faust, interpretato da Marco Foschi, un attore promettente e capace, dotato di carisma che, seppur giovane, dà corpo al Faust e Mefistofele interpretato da Sandro Lombardi, insuperabile, considerato il miglior attore della sua generazione, sono vestiti… Leggi il resto »

Share This