L’azione si svolge interamente su un campo da tennis, in un’immaginaria partita tra un generico numero due e l’inarrivabile numero uno del tennis di tutti i tempi: il campionissimo Roger Federer.
Emilio Solfrizzi in una rappresentazione completamente affidata alla centralità della parola e dell’attore. In scena solo poche righe bianche che disegnano un campo da tennis e due sedie, sulle quali, nei cambi di campo, i tennisti si riposano.

durata: 1h 15’

scritto e diretto da Umberto Marino
con Emilio Solfrizzi
luci Giuseppe Filipponio
musiche Paolo Vivaldi
regista assistente Maria Stella Taccone
consulenza tecnica M° Leonardo de Carmine
per il costume del Signor Solfrizzi si ringraziano la Sergio Tacchini Icons srl di Livorno
e Anna Coluccia
ufficio stampa Maurizio Quattrini
foto Federica Di Benedetto
distribuzione Parmaconcerti in collaborazione con Pierfrancesco Pisani
produzione Argot Produzioni

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sottoscrivi  
Notificami
Share This