Un monologo interpretato da un’entità aliena piombata sul palcoscenico da qualche parte imprecisata del tempo e dello spazio. Nei suoi esilaranti e strazianti tentativi di comprendere se stesso e il mondo che lo circonda, ma anche di capire noi e il nostro mondo, riflette sull’innata inadeguatezza dell’essere.
Proprietà e atto (Title and deed) di Will Eno, celebre drammaturgo del teatro minimale americano, è una riflessione sull’esistenza come stato di esilio permanente e sul valore del tempo nelle nostre vite. Attraverso un sinuoso scorrere di aneddoti e visioni particolari, un viaggio indagatore all’interno del termine “straniero”, di chi si definisce extra, strano ed estraneo, “senza dimora” in questo mondo, interrogandoci anche sul senso della memoria e sul significato che le parole lasciano nel vivere quotidiano.

durata: 1h 5’

di Will Eno
traduzione Chiara Maria Baire
revisione Elena Battista
regia Leonardo Lidi
con Francesco Mandelli
produzione BAM teatro/La Corte Ospitale

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

1
Lascia una recensione

avatar
1 Elenco recensioni
0 Elenco commenti
0 Followers
 
Recensioni più animate
Recensioni più discusse
1 Autori recensioni
MARIA ANGELA Autori recensioni più recenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sottoscrivi  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
MARIA ANGELA
Ospite
MARIA ANGELA

Grande prova per Mandelli ma testo il testo parla di un uomo problematico instabile confuso…serata a teatro pesante, questo tipo di monologo “impegnato” non risulta affatto piacevole

Share This