E’ Natale, fuoi nevica, i regali sono sotto l’albero, le luci e le note festose hanno invaso le stanze e su tuto si è appeso violentemente un profumo da donna. Di quale donna, delle otto che sfarfalleggiano in casa? Forse quella che ha pugnalato Marcel, tagliato i fili del telefono, trasformando una bella dimora di campagna in una prigione di paura.