Lo spunto per il nostro racconto sono i morti del barcone, più di 1000, dell’ottobre del 2015, ma soprattutto di quello della squadra di Don Chisciotte che si organizzò per dare un nome a quei resti. Non sarà il racconto della squadra di ricerca né dei migranti dispersi, ma della nostra relazione con la morte attraverso un gioco, attraverso un giallo che si propone, in modo ludico, di scoprire chi ha ucciso la morte. Se da un lato i corpi hanno valenze diverse in base al luogo dove nascono, dall’altro, nella nostra società il rapporto diretto con la morte è stato completamente rimosso. Non è più un fatto sociale, collettivo, con la sua conseguente riflessione e incisività sulla realtà, ma un fatto personale da sbrigare in fretta, in privato e che può aspirare al massimo di rientrare in qualche statistica. Mancandoci il rapporto diretto con la vita, col quotidiano e con ciò che è reale.

NESSUN ELENCO DI COSE STORTE

progetto drammaturgico di Oscar De Summa regia Oscar De Summa

con Sandra Garuglieri luci Matteo Gozzi produzione Atto Due

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
0 0 votes
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Share This