Risalente al 1924, la novella La Signorina Else di Arthur Schnitzler è un testo mirabile, tutto incentrato sul battito tumultuante dei pensieri che si affollano e scontrano nella mente di Else, l’adolescente ‘altera’, vivida e appassionata, su cui incombe una catastrofe familiare. Un testo che è la spietata radiografia di una società corrotta proprio nel nucleo familiare, il quale, invece di proteggere i propri figli, li immola cinicamente. Una vera e propria mise en abyme della coscienza moderna, sganciata dai valori della tradizione, attenta solo ai propri istinti e ai propri falsi valori, pronta a sacrificare una giovane donna sull’altare del dio denaro.

durata: 1h 20’

di Arthur Schnitzler
traduzione di Sandro Lombardi
drammaturgia di Sandro Lombardi, Fabrizio Sinisi e Federico Tiezzi
regia Federico Tiezzi
con Lucrezia Guidone, Martino D’Amico
accompagnamento di musica dal vivo
Dagmar Bathmann pianoforte e violoncello
Omar Cecchi percussioni
Michele Genovese clarinetti
scena Gregorio Zurla
costumi Giovanna Buzzi
luci Gianni Pollini
produzione Compagnia Lombardi-Tiezzi/Associazione Teatrale Pistoiese

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sottoscrivi  
Notificami
Share This