Tre coreografi si lasciano ispirare dall’Inferno, dal Purgatorio e dal Paradiso danteschi sfruttandone e ricomponendone le oniriche visioni che il grande maestro regala attraverso la sua immensa opera. Si chiedono: se questi tre non-luoghi fossero nel tempo e non nello spazio? Se osservando Inferno, Purgatorio e Paradiso pensassimo a passato presente e futuro?
L’Inferno diverrebbe un trascorso da dimenticare carico di errori e colpe, qualcosa da non ripetere. Il Purgatorio sarebbe la rappresentazione dei nostri sforzi attuali per modificare noi stessi ed il nostro mondo, una “palestra dell’anima e del corpo” dove guadagnarci un futuro migliore, un futuro che ci faccia da stella cometa e ci dia speranza e forza, in pratica un Paradiso; terrestre? Forse no ma il suo compito è già svolto.

durata: 1h 5’

coreografie Francesco Mangiapane, Kristian Cellini e Roberto Sartori
produzione KAOS Balletto di Firenze

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
0 0 votes
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Share This