Le chiamano democrazie. Ma cosa si nasconde dietro quel velo di falsità chiamato uguaglianza, libertà e indipendenza? Oggi più che mai c’è bisogno di controllori che sfuggono ad ogni controllo: sono indispensabili per tenere a bada le persone e contenere le loro libertà. E così la distanza tra l’uso delle tecnologie come pratiche della libertà e tecnologie come sottomissione al controllo si trasforma in un conflitto insanabile.
Harold Pinter è il drammaturgo che più di tutti ha raccontato questo conflitto, che si trasforma in simbolo della società contemporanea, caratterizzata dalla concorrenza e dalla lotta per la sopravvivenza.
I personaggi di Pinter scompongono la realtà secondo i propri punti di vista. Innocenti e vittime, colpevoli e carnefici sono ruoli che si confondono in una memoria manipolata dal linguaggio. Ai nostri giorni la realtà si può deformare in totale incoscienza in modo da fraintendere il bene con il male, il presente con il passato.

ideazione e regia Alfonso Santagata
con Alfonso Santagata, Sergio Licatalosi
produzione Katzenmacher
con il sostegno di Ministero Beni e Attività Culturali – Regione Toscana – Comune di San Casciano V.P. – Comune di Gavorrano

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sottoscrivi  
Notificami
Share This