Il più affascinante e misterioso balletto romantico, Il Lago dei Cigni, in una rivisitazione di successo di Fredy Franzutti, oggi uno dei coreografi più apprezzati nel panorama internazionale, ambientata nella Baviera fin de siècle di Ludwig II, che proprio negli anni della composizione fu dichiarato pazzo e deposto. Citazione diretta nella scenografia con la presenza del favoloso castello di Neuschwanstein, dimora privata di Ludwig II. Il clima romantico che si respira dall’inizio alla fine del balletto proviene da tutto un filone della letteratura mitteleuropea, che Franzutti fa propria con citazioni disseminate nella drammaturgia del balletto.
«C’è qualcuno che ancora osa – dopo i prodigi conclamati di Mats Ek e di Matthew Bourne – reinventare, a suo modo, uno dei capolavori, per così dire, intoccabili: Il Lago dei Cigni. E lo fa con ballerini di sorprendente qualità, con esito trionfale. Parliamo di Fredy Franzutti e del Balletto del Sud» Vittoria Ottolenghi dal libro Mi è caduta la danza nel piatto.

durata: 2h

coreografia di Fredy Franzutti
musica di Piotr Il’ič Čaikovskij
scene Francesco Palma
produzione Balletto del Sud

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

Lascia una recensione

avatar

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Sottoscrivi  
Notificami
Share This