Un viaggio narrato a due voci, una umana e una strumentale, composta, improvvisata ed eseguita dal vivo. Due menestrelli moderni che a modo loro ci raccontano una favola dei nostri tempi che ci parla del “calcio”. Non è però il calcio patinato dei grandi campioni, degli sponsor, delle televisioni, del doping, delle scommesse, dei contratti miliardari… no, è un calcio primitivo, sporco, vero, puro!
È un microcosmo, quello dei campionati giovanili, costellato di figure e personaggi tanto epici quanto comici, uno spaccato di quella provincia italiana che ha sempre qualche storia poetica da raccontare, che sa come affascinarci, divertirci, commuoverci. In questi campetti di provincia, disseminati ovunque nel nostro Paese, è possibile riscoprire il gioco più bello del mondo, quello in cui non è detto che il più forte debba vincere, perché spesso il cuore e il gruppo possono contare più del talento e dei mezzi a disposizione.

durata: 1h 20’