Esiste un luogo e un tempo dove poter essere sé stessi? È quasi ora di cena allo Shetland Hotel: i camerieri sfrecciano nella sala per gli ultimi preparativi; nelle cucine i cuochi ordinano le postazioni e si preparano a ricevere le comande, mentre i clienti cominciano a radunarsi nella hall. Il maitre dà un’ultima occhiata ai tavoli, poi si dirige all’entrata: si va in scena.
Secondo il sociologo Erving Goffman tutta la nostra vita è uno spettacolo, un gioco di equilibrio e finzione, un’opera unica in cui la differenza tra attori e spettatori dipende solo dal punto di vista. Fine scena mai è la storia comica di una ricerca, cosa cercano i personaggi? Un dietro le quinte per essere sé stessi insieme agli altri? Un luogo sociale che non esiste? O forse si nasconde dove nessuno si aspetterebbe di trovarlo? A volte il modo migliore di nascondere qualcosa è metterlo in scena.

alla ricerca di un dietro le quinte che non c’è
con gli allievi del corso adulti della Fondazione Orizzonti d’Arte
conduzione laboratorio, drammaturgia, regia e messa in scena I Macchiati
produzione Fondazione Orizzonti d’Arte

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
0 0 votes
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Share This