La vita di una piccola città di provincia si stravolge con l’arrivo del signor Ponza, di sua moglie e dell’anziana signora Frola, che egli presenta come la madre della sua prima moglie defunta, dichiarando che il dolore per la perdita della figlia l’ha sconvolta a tal punto da renderla folle e convincerla che l’attuale moglie di Frola sia sua figlia. La vecchia signora, invece, sostiene che il pazzo sia proprio il genero, il quale si ostina a ritenere morta la figlia ancora viva. L’enigma mette in agitazione gli abitanti del paese, che cercano inutilmente di districarsi tra verità e follia, fino alla rivelazione finale che lascerà tutti interdetti.
L’ambientazione rassicurante del salotto borghese fa da sfondo all’enigma del signor Frola: è la seconda moglie quella che tiene nascosta in casa, per evitare alla suocera lo shock di ricordare la morte della figlia, la prima consorte? Oppure questa è veramente la prima moglie, che la follia del marito scambia per un’altra donna? Un testo che è quasi il manifesto delle teorie del grande scrittore agrigentino, trattando dell’inafferrabilità del reale e dello spettacolo come processo.

Eros Pagni
COSÌ È (SE VI PARE)
di Luigi Pirandello
regia Luca De Fusco
e con Anita Bartolucci
produzione Teatro Biondo di Palermo / Teatro Stabile di Catania / Teatro Sannazzaro di Napoli /
Compagnia Pirandelliana

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Share This