Concerto fisico è una partitura fisica e vocale che ripercorre i quindici anni di storia di Balletto Civile. Un greatest hits sghembo e storto che non ha niente di nostalgico per raccontare la storia di un gruppo attraverso i racconti di cui si è fatto veicolo. Poi tutto scompare, risucchiato negli sguardi, come non fosse mai esistito.
Lo spettacolo è ispirato al Bardo Tödröl Chenmo, il libro tibetano dei morti, che descrive le esperienze che l’anima cosciente vive nell’intervallo di tempo fra la morte e la rinascita. Questo intervallo si chiama, in tibetano, bardo.

durata: 55’

ideazione, regia e coreografia Michela Lucenti
assistente alla creazione Maurizio Camilli
drammaturgia sonora Tiziano Scali, Maurizio Camilli
produzione Balletto Civile/Festival Resistere e Creare

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
0 0 votes
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Share This