Serie di eventi Falstaff a Windsor

Falstaff a Windsor

San Casciano in Val di Pesa - Teatro Niccolini

Il Dramaturg tratteggia un profilo perfetto per il grande attore, attingendo tanto ai drammi storici Enrico IV e Enrico V quanto alla figura farsesca che emerge da Le allegre comari di Windsor. In questo adattamento l’eroe e antieroe “resuscita” a Windsor esprimendo la natura del suo personaggio: un’arroganza aristocratica, con un sangue plebeo, popolaresco, che muta dalla rabbia al sarcasmo, ma rimane disarmante, quasi patetico, perché non conosce, o non sa, darsi le regole e la consapevolezza dell’età che “indossa”.

Serie di eventi Romeo e Giulietta

Romeo e Giulietta

Arezzo - Teatro Petrarca

Con queste parole Gigi Proietti presentava l’ultima versione del suo Romeo e Giulietta. “C'è un lato positivo nel tempo che passa: si può guardare indietro, cambiare prospettiva, qualche volta tornare sui propri passi. Nel caso di un testo, il ritorno è una possibilità per rivedere e sviluppare intuizioni e pensieri rimasti inespressi, scartati a favore di altri per mancanza di sintonie, di tempo, di coraggio. Ho amato molto la prima versione di Romeo e Giulietta e amo molto questo nuovo allestimento, simile ma diverso.

Serie di eventi Falstaff a Windsor

Falstaff a Windsor

San Casciano in Val di Pesa - Teatro Niccolini

Il Dramaturg tratteggia un profilo perfetto per il grande attore, attingendo tanto ai drammi storici Enrico IV e Enrico V quanto alla figura farsesca che emerge da Le allegre comari di Windsor. In questo adattamento l’eroe e antieroe “resuscita” a Windsor esprimendo la natura del suo personaggio: un’arroganza aristocratica, con un sangue plebeo, popolaresco, che muta dalla rabbia al sarcasmo, ma rimane disarmante, quasi patetico, perché non conosce, o non sa, darsi le regole e la consapevolezza dell’età che “indossa”.

Serie di eventi Romeo e Giulietta

Romeo e Giulietta

Arezzo - Teatro Petrarca

Con queste parole Gigi Proietti presentava l’ultima versione del suo Romeo e Giulietta. “C'è un lato positivo nel tempo che passa: si può guardare indietro, cambiare prospettiva, qualche volta tornare sui propri passi. Nel caso di un testo, il ritorno è una possibilità per rivedere e sviluppare intuizioni e pensieri rimasti inespressi, scartati a favore di altri per mancanza di sintonie, di tempo, di coraggio. Ho amato molto la prima versione di Romeo e Giulietta e amo molto questo nuovo allestimento, simile ma diverso.

Serie di eventi Romeo e Giulietta

Romeo e Giulietta

Pisa - Teatro Verdi

Con queste parole Gigi Proietti presentava l’ultima versione del suo Romeo e Giulietta. “C'è un lato positivo nel tempo che passa: si può guardare indietro, cambiare prospettiva, qualche volta tornare sui propri passi. Nel caso di un testo, il ritorno è una possibilità per rivedere e sviluppare intuizioni e pensieri rimasti inespressi, scartati a favore di altri per mancanza di sintonie, di tempo, di coraggio. Ho amato molto la prima versione di Romeo e Giulietta e amo molto questo nuovo allestimento, simile ma diverso.

Serie di eventi Trappola per topi

TRAPPOLA PER TOPI

Grosseto - Teatro degli Industri

Trappola per topi di Agatha Christie è ormai entrata nella leggenda… e nel Guinness dei primati del teatro contemporaneo. Nata come radiodramma e presto trasformata in commedia poliziesca, è rappresentata a Londra, tutti i giorni, ininterrottamente, dal 1952, anno del suo debutto. Sta perciò festeggiando i settant’anni di felice vita scenica… Costruita, come sempre in […]

Serie di eventi Romeo e Giulietta

Romeo e Giulietta

Pisa - Teatro Verdi

Con queste parole Gigi Proietti presentava l’ultima versione del suo Romeo e Giulietta. “C'è un lato positivo nel tempo che passa: si può guardare indietro, cambiare prospettiva, qualche volta tornare sui propri passi. Nel caso di un testo, il ritorno è una possibilità per rivedere e sviluppare intuizioni e pensieri rimasti inespressi, scartati a favore di altri per mancanza di sintonie, di tempo, di coraggio. Ho amato molto la prima versione di Romeo e Giulietta e amo molto questo nuovo allestimento, simile ma diverso.

Serie di eventi Romeo e Giulietta

Romeo e Giulietta

Pisa - Teatro Verdi

Con queste parole Gigi Proietti presentava l’ultima versione del suo Romeo e Giulietta. “C'è un lato positivo nel tempo che passa: si può guardare indietro, cambiare prospettiva, qualche volta tornare sui propri passi. Nel caso di un testo, il ritorno è una possibilità per rivedere e sviluppare intuizioni e pensieri rimasti inespressi, scartati a favore di altri per mancanza di sintonie, di tempo, di coraggio. Ho amato molto la prima versione di Romeo e Giulietta e amo molto questo nuovo allestimento, simile ma diverso.

Serie di eventi Trappola per topi

TRAPPOLA PER TOPI

Grosseto - Teatro degli Industri

Trappola per topi di Agatha Christie è ormai entrata nella leggenda… e nel Guinness dei primati del teatro contemporaneo. Nata come radiodramma e presto trasformata in commedia poliziesca, è rappresentata a Londra, tutti i giorni, ininterrottamente, dal 1952, anno del suo debutto. Sta perciò festeggiando i settant’anni di felice vita scenica… Costruita, come sempre in […]

Serie di eventi Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Cortona - Teatro Signorelli

La forza dell’opera è data dallo sguardo esterno e disincantato ma allo stesso tempo ironico, grottesco e umoristico, con cui la regista ha evidenziato le grandi contrapposizioni sociali rappresentate dai due protagonisti della storia: il marinaio siciliano Gennarino e la bella milanese Raffaella, che travolti dal destino finiscono naufraghi su un’isola deserta.

Serie di eventi Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Castelfiorentino - Teatro del Popolo

La forza dell’opera è data dallo sguardo esterno e disincantato ma allo stesso tempo ironico, grottesco e umoristico, con cui la regista ha evidenziato le grandi contrapposizioni sociali rappresentate dai due protagonisti della storia: il marinaio siciliano Gennarino e la bella milanese Raffaella, che travolti dal destino finiscono naufraghi su un’isola deserta.

Serie di eventi Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Carrara - Teatro degli Animosi

La forza dell’opera è data dallo sguardo esterno e disincantato ma allo stesso tempo ironico, grottesco e umoristico, con cui la regista ha evidenziato le grandi contrapposizioni sociali rappresentate dai due protagonisti della storia: il marinaio siciliano Gennarino e la bella milanese Raffaella, che travolti dal destino finiscono naufraghi su un’isola deserta.

Serie di eventi Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Carrara - Teatro degli Animosi

La forza dell’opera è data dallo sguardo esterno e disincantato ma allo stesso tempo ironico, grottesco e umoristico, con cui la regista ha evidenziato le grandi contrapposizioni sociali rappresentate dai due protagonisti della storia: il marinaio siciliano Gennarino e la bella milanese Raffaella, che travolti dal destino finiscono naufraghi su un’isola deserta.

Serie di eventi Pagliacci all’uscita

Pagliacci all’uscita

Arezzo - Teatro Mecenate

“Pagliacci”, dal libretto dell’opera di Leoncavallo e “All’uscita”, atto unico che Pirandello definisce mistero profano. Sono due testi molto diversi per stile e contenuto, eppure profondamente accostabili: il primo è immerso nel verismo di fine ‘800, nella trama spietata del delitto d’onore, il secondo è una parabola metafisica, quasi filosofica; il primo è ambientato in un sud di sole e coltello, il secondo è un notturno di ombre e cimitero. Sembrano collocabili da una parte all’altra di un ponte ideale, che a cavallo dei due secoli riesce a trasformare i percorsi sintattici in prospettive drammaturgiche; sembrano essere una bella occasione per riflettere nel tempo di oggi attraverso i riflessi dei secoli scorsi.

Serie di eventi Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto

Altopascio - Teatro Giacomo Puccini

La forza dell’opera è data dallo sguardo esterno e disincantato ma allo stesso tempo ironico, grottesco e umoristico, con cui la regista ha evidenziato le grandi contrapposizioni sociali rappresentate dai due protagonisti della storia: il marinaio siciliano Gennarino e la bella milanese Raffaella, che travolti dal destino finiscono naufraghi su un’isola deserta.

Serie di eventi Falstaff a Windsor

Falstaff a Windsor

Massa - Teatro Guglielmi

Il Dramaturg tratteggia un profilo perfetto per il grande attore, attingendo tanto ai drammi storici Enrico IV e Enrico V quanto alla figura farsesca che emerge da Le allegre comari di Windsor. In questo adattamento l’eroe e antieroe “resuscita” a Windsor esprimendo la natura del suo personaggio: un’arroganza aristocratica, con un sangue plebeo, popolaresco, che muta dalla rabbia al sarcasmo, ma rimane disarmante, quasi patetico, perché non conosce, o non sa, darsi le regole e la consapevolezza dell’età che “indossa”.

Serie di eventi Gerico Innocenza Rosa

Gerico Innocenza Rosa

Calenzano - Teatro Manzoni

Valeria Solarino torna a teatro con un nuovo intensissimo spettacolo Gerico Innocenza Rosa, dove si racconta la storia di Vincenzo. Nella casa di campagna che lo ha visto crescere e dove trova sempre conforto e libertà, Vincenzo narra il suo percorso di “transizione” alla madre e alla nonna attraverso un dialogo alla ricerca dell’amore e dell’affermazione della propria identità lontano da qualsiasi pregiudizio, per sentirsi finalmente amato e compreso.

Il diario di Adamo ed Eva

Campiglia Marittima - Teatro dei Concordi

Mark Twain, attingendo al mito della Creazione, narra come sono andate le cose tra l’uomo e la donna in una chiave ironica, umoristica, ma anche fiabesca e romantica e racconta come possa essere nata l’attrazione tra i due sessi.

Serie di eventi Uno sguardo dal ponte

Uno sguardo dal ponte

Carrara - Teatro degli Animosi

Uno sguardo dal ponte è il dramma della gelosia di Miller, scritto nel 1955 a partire da un brutale fatto di cronaca, narra le disavventure di un immigrato italiano a New York, dilaniato da una morbosa passione. Massimo Popolizio ne fa un grande racconto teatrale con la potenza espressiva di un film.

Serie di eventi Viola e il barone

Viola e il barone

San Casciano in Val di Pesa - Teatro Niccolini

Paolo Hendel legge Calvino in VIOLA E IL BARONE. Ad accompagnarlo le musiche eseguite dal vivo da Renato Cantini (tromba) e Michele Staino (contrabbasso).


				
								
					
					
												
Torna in cima