.

comunicato stampa

.

FONDAZIONE TOSCANA SPETTACOLO ONLUS – COMUNE DI AGLIANA

.

TEATRO MODERNO

STAGIONE TEATRALE 2023/2024

.

.

Marco Paolini, Moni Ovadia, Patrizia Laquidara, Ugo Dighero,

adattamenti da Shakespeare e Molière nella stagione del Moderno

.

In programma due spettacoli fuori abbonamento e una matinée per le scuole

Mercoledì 20 dicembre lanteprima nel segno del gospel

.

.

Agliana, 23 novembre 2023Marco Paolini, Moni Ovadia, Patrizia Laquidara, Ugo Dighero, il trio Meacci MorozziRiondino e molti altri in scena al Moderno di Agliana per la stagione 2023/24.

Un programma con 7 appuntamenti in abbonamento, 2 fuori abbonamento nel segno della danza e della musica e uno spettacolo ad ingresso gratuito in matinée per le scuole in occasione del Giorno della Memoria.

Un cartellone che accompagnerà il pubblico del Moderno fino ad aprile, frutto, come di consueto, della collaborazione tra la Fondazione Toscana Spettacolo onlus (riconosciuta dal Ministero della Cultura come primo Circuito Multidisciplinare in Italia per il 2023) e l’amministrazione comunale.

La campagna per le conferme dei vecchi abbonamenti è aperta dal 30 novembre al 9 dicembre; i nuovi abbonamenti possono essere sottoscritti dal 14 al 23 dicembre.

.

.

L’anteprima di stagione

Il sipario del Moderno si alza mercoledì 20 dicembre (ore 21) per lanteprima di stagione (fuori abbonamento), nel segno del gospel, affidata a THE VOICE OF VICTORY. The Voices of Victory è una formazione gospel proveniente dalla città di Orlando, in Florida, nata nelle parrocchie battiste, che ha assunto col tempo un ruolo di rilievo, prima nella comunità religiosa della propria città, poi in tutti gli Stati Uniti. Il concerto viene proposto nell’ambito del Toscana Gospel Festival.

Il programma

La stagione in abbonamento si apre sabato 13 gennaio (ore 21) con LAUDATO Sì. Moni Ovadia legge e commenta l’enciclica di Papa Francesco. In scena Moni Ovadia è accompagnato da Giovanna Famulari (voce e violoncello). Laudato sì è la seconda enciclica scritta da Papa Bergoglio nel suo pontificato e risale al 2015. Moni Ovadia, scrittore, autore, uomo di cultura agnostico, ma da sempre vicino alla spiritualità e agli interrogativi propri degli uomini di fede, ha deciso di farne un reading in cui si potesse evidenziare la forza rivoluzionaria di questo scritto, ovvero la denuncia dell’attuale crisi ecologica e l’assoluta necessità di un mutamento radicale nella condotta dell’uomo.

.

Sabato 20 gennaio (ore 21) al Moderno è di scena la danza con lo spettacolo fuori abbonamento, COLLEZIONISTI DI SABBIA, realizzato nell’ambito del progetto Mux. Coreografia: Eugenio Buratti in collaborazione con Valentino Porcu. Musiche: Gaspar Cassadò, Philip Glass, Georg Fredric Haendel, Johann Sebastian Bach, Nirvana, brani tradizionali klezmer. Performers: Gaia Belli (ballerina), Marta Pendenza (ballerina), Valentina Ferretti (ballerina), Valentino Porcu (ballerino), Tommaso Carovani (voce recitante). Cura e ricerca testi: Massimo Talone; produzione Factory TAC-Il Moderno. Collezionisti di Sabbia racconta le vicende legate alle relazioni umane, all’accoglienza, all’ascolto tra individui, al dialogo tra diversi. Cinque quadri coreografici su temi che da sempre fanno parte della crescita dell’individuo e delle comunità che abitiamo.

La stagione prosegue venerdì 26 gennaio (ore 21): Marco Paolini e Patrizia Laquidara sono i protagonisti di BOOMERS. Boomers è un salto nei ricordi, nei frammenti di memorie condivise di un piccolo mondo neanche troppo antico, ma tramontato, sepolto nella rapida trasformazione del paesaggio, del costume, della dipendenza da tecnologie portatili e pervasive. Nasce dall’esperienza di un autore che ha fondato sulla memoria una parte importante del suo lavoro e oggi si interroga su quali siano le risposte possibili del teatro ad un mondo in cui esperienze virtuali e reali sono sempre più mescolate, senza gradi di separazione netti.

.

L’AVARO di Molière, con Ugo Dighero e Mariangeles Torres, è lo spettacolo in programma domenica 18 febbraio (ore 21). Nella nostra contemporaneità orientata al consumo, definita dalla necessità di far circolare il danaro inseguendo una crescita economica infinita, il gesto conservativo e immobilista di Arpagone suona sovversivo, in netta opposizione alla tirannia consumistica. Intorno ad Arpagone gli altri personaggi, apparentemente vittime della sua tirannia, sono in realtà figure votate a ideali ben riconoscibili, sottomessi soprattutto al vincolo economico che li lega a lui. Per dirla con Voltaire: “Gli uomini odiano coloro che chiamano avari solo perché non ne possono cavar nulla”.

.

Sabato 24 febbraio (ore 21) al Moderno arriva IL FANTASMA DI CANTERVILLE, liberamente ispirato all’omonimo racconto di Oscar Wilde. Lo spettacolo, di e con Angela De Gaetano, è diretto da Tonio De Nitto. Virginia, una ragazza sensibile e generosa, va ad abitare con la sua famiglia in un castello infestato da un terribile fantasma, condannato a tormentarsi finché una antica profezia non sarà compiuta. Una storia ricca di humor e suspense, in cui razionalità e inquietudine si alternano, in un mosaico di paesaggi sinistri e personaggi non meno inquietanti, regalando momenti davvero spettrali tra le grigie mura del rinomato Castello di Canterville.

.

Sabato 9 marzo (ore 21), Anna Meacci, Daniela Morozzi e Chiara Riondino portano in scena PICCOLE DONNE CRESCONO? per la regia di Matteo Marsan. Daniela Morozzi, Anna Meacci e Chiara Riondino (che ha composto anche testi e musica originali) sono le protagoniste di un testo brillante e commovente, a tratti parodistico e irriverente, tratto dal romanzo di Luisa May Alcott, Piccole donne crescono. Le sorelle March tentano a modo loro di infrangere le secolari leggi che stabilivano quale fosse la condotta appropriata per una donna, rappresentano “un’incessante lotta anche interiore per trasformare la femminilità in qualcosa di meno piccolo”. Esattamente come noi, ancora oggi. L’epistolario e la biografia della Alcott fanno da contrappunto ai dialoghi per disegnare un quadro nuovo e tentare una risposta possibile al punto interrogativo presente nel titolo: “Piccole donne crescono?”.

.

Sabato 23 marzo (ore 21) è il momento di RIMINI, spettacolo finalista dell’edizione 2022 del progetto In-Box. In una specie di intervista continua e ininterrotta, prende forma il racconto caleidoscopico di quella metropoli balneare che è la Riviera Romagnola. Attraverso l’obiettivo silenzioso della sua macchina fotografica, infatti, il protagonista dello spettacolo trascina il pubblico alla scoperta di una realtà dove luci e ombre, stereotipi e fantasmi, tradizioni e contraddizioni si trovano a convivere sotto quel velo di spensieratezza felliniana per cui Rimini è conosciuta in tutto il mondo.

.

Per l’ultimo appuntamento in stagione, domenica 7 aprile (ore 21), al Moderno va in scena LA DODICESIMA NOTTE (o quello che volete) di William Shakespeare, adattato e diretto da Giovanni Ortoleva. Una commedia sorprendente, che sa essere amara e lieve, surreale e tenera, profondamente malinconica e irresistibilmente divertente. Considerata da molti critici la migliore commedia di William Shakespeare, con La dodicesima notte (o quello che volete) Giovanni Ortoleva si confronta per la prima volta con il drammaturgo inglese, affrontando la seconda tappa di un percorso teatrale dedicato all’amore romantico allo scopo di metterlo in discussione.

.

Lo spettacolo gratuito in matinée per le scuole

Mercoledì 24 gennaio (ore 10:00), in occasione del Giorno della Memoria, al Teatro Moderno va in scena BENT di Martin Sherman. Bent (deviato) di Martin Sherman, rappresentata per la prima volta al London’s Royal Court Theatre nel 1979, è una pièce che porta alla ribalta lo sterminio subito da migliaia di persone per il proprio orientamento sessuale, il così detto Omocausto: una pagina di storia così importante, eppure così trascurata, che pone inquietanti interrogativi sulla realtà di oggi. Lo spettacolo è fuori abbonamento e ad ingresso gratuito.

.

Prezzi come sempre alla portata di tutti: biglietti da 11 euro e abbonamenti da 70. Biglietto ridotto a 8 euro per gli universitari in possesso della Carta dello Studente della Toscana e per tutti gli under 35 (Biglietto futuro, in collaborazione con Unicoop Firenze).

.

Numerose le iniziative di promozione: Carta dello Spettatore FTS, che offre vantaggi come il biglietto ridotto in tutti i teatri del circuito, eccetto quello in cui viene sottoscritta; Biglietto futuro, riduzioni per under 35; Carta studente della Toscana, biglietto a 8 euro per gli studenti universitari in possesso della carta; Buon compleanno a teatro, che regala il biglietto nel giorno del compleanno; Biglietto sospeso, che consente di offrire uno spettacolo a chi vive un momento di difficoltà; FTS per l’ambiente, per condividere la cura e il rispetto per l’ambiente gli spettatori che presentano l’abbonamento mensile in corso di validità ad un mezzo di trasporto pubblico hanno diritto al biglietto ridotto.

.

.

.

Info e biglietteria

Inizio spettacoli ore 21:00

.

campagna abbonamenti

conferme dal 30 novembre al 9 dicembre

nuovi abbonamenti dal 14 al 23 dicembre

.

abbonamento a 7 spettacoli

posto unico intero € 75 / ridotto € 70

.

biglietti

posto unico intero € 14 / ridotto € 11

.

biglietti spettacolo Collezionisti di sabbia

intero € 11

ridotto € 8

ridotto per allievi scuole di danza € 5

.

.

biglietti spettacolo The voices of victory

posto unico € 11

ridotto per i possessori abbonamento alla stagione di prosa € 8

.

biglietto futuro under 35 in collaborazione con Unicoop Firenze prezzo ridotto € 8

carta Studente della Toscana biglietto ridotto € 8 studenti

universitari (il posto verrà assegnato, dietro presentazione della carta, in base alla disponibilità della pianta; si consiglia l’accesso in biglietteria almeno un’ora prima dell’inizio spettacolo)

.

riduzioni

over 65, possessori della Tessera Socio Sostenitore Il Moderno, soci

Coop, possessori Carta dello spettatore FTS (solo per i biglietti)

.

prevendita biglietti

due settimane prima dello spettacolo

.

vendita biglietti

il giorno dello spettacolo presso il teatro in orario 17-20

.

biglietteria

giovedì e venerdì dalle 15:30 alle 18:00

sabato dalle 10:00 alle 12.00

.

info

Il Moderno

piazza Anna Magnani, 1 – Agliana (PT)

tel. 0574 673887 / info@ilmoderno.it

.

.

teatroilmoderno.it

toscanaspettacolo.it

.

.

.

.