Così remoti, così vicini – Nuove idee per un teatro a distanza è un progetto speciale promosso dalla Fondazione Toscana Spettacolo onlus, d’intesa con la Regione Toscana, con l’obiettivo di raccogliere nuove proposte per il teatro fruibile da remoto e sostenerne la realizzazione.
L’iniziativa è stata pensata per dare una risposta alla perdurante sospensione delle attività di spettacolo dal vivo, affiancando le imprese del settore nella fase di grave difficoltà che sta investendo la cultura teatrale e tutti i suoi interpreti.
In seguito alla pubblicazione dell’avviso Così remoti, così vicini – Nuove idee per un teatro a distanza, avvenuta lo scorso 23 novembre, sono state individuate 23 proposte – spettacoli e creazioni artistiche, progetti di promozione e formazione del pubblico, progetti formativi per le scuole – la cui realizzazione è stata sostenuta dalla Fondazione Toscana Spettacolo onlus.
Di seguito i progetti nel dettaglio:

 

TEMPO REALE – PARRROLE DI SUONO
Un ciclo di incontri e lezioni online di stampo divulgativo sui temi del suono e dei nuovi linguaggi della nuova musica, a cura di Tempo Reale. Studiosi internazionali e docenti italiani si alterneranno, con lo scopo di offrire un’ampia visione panoramica, raccontando il suono da una molteplicità di prospettive: non solo infatti quella della “musica”, ma anche quella del teatro, dell’arte visiva, dell’antropologia, dell’informatica. Per info: temporeale.it/news/parrrole-di-suono/

 

OFFICINE TOK – I-STANZE una serie teatrale in streaming
Dopo la morte della madre per il Covid- 19 nell’aprile 2020, una giovane donna cerca il padre che non ha mai conosciuto. I potenziali padri hanno in comune tre caratteristiche: il nome, la professione e il fatto di aver incontrato la madre ad una convention di arte e design nel 1990 a Bologna. Ogni puntata dura circa 30 minuti e al 25esimo minuto l’episodio si sospende e gli spettatori da casa hanno l’opportunità di proporre alcune domande alla protagonista per aiutarla nell’indagine.

 

TEATRO C’ART – IL CLOWN DI OGGI visioni artistiche pedagogiche e sociali dal territorio all’internazionale
La figura del clown, le sue radici di buffone, l’anticonformismo che da sempre lo contraddistingue. Il clown di oggi è un progetto di formazione del pubblico, a cura di Teatro C’Art, che si sviluppa attraverso quattro incontri online gratuiti, fruibili attraverso la piattaforma Zoom. Gli incontri potranno essere seguiti in diretta, registrati e rimarranno accessibili successivamente per aumentare la possibilità di visione.

 

SOSTA PALMIZI – BLACK BLACK SKY
Lunedì 15 febbraio in streaming su Vimeo per le scuole di Arezzo
Uno spettacolo che nasce nell’ambito di una ricerca di commistione di linguaggi a cura di Sosta Palmizi e di PACTA dei Teatri e INAF per contribuire ad avvicinare studenti e studentesse alle materie scientifiche. Una jam session in cui astrofisica, danza e prosa si avvicendano e gli attori, in una sorta di story telling alternato a racconti di fantascienza e poesie, colgono gli spunti forniti dai danzatori e viceversa, in un flusso continuo in cui ci si interroga sui grandi temi dell’Universo.

 

FONDAZIONE SIPARIO TOSCANA – COSA PUÒ UN ROBOT?
Cosa può un robot? è un percorso formativo ibrido che incrocia le attività di un laboratorio teatrale tradizionale con l’utilizzo di strumenti tecnologici innovativi, mettendo al centro del percorso le emozioni e la tecnologia. Propone una sfida alle bambine e ai bambini delle classi IV e V della scuola primaria: vestire i panni di Cappuccetto Rosso, guidando CoderBot, un piccolo robot mobile dotato di una telecamera. Per info: cittadelteatro.com

 

 

ASS. INTERNO 12 – LA CASA SOGNATA
La casa sognata è un’esperienza teatrale di vicinanza poetica attraverso il telefono per condividere intimità e memorie in tempi di distanziamento fisico ed emozionale. C’è un numero da fare a un orario stabilito: una telefonata tra due sconosciuti, uno spettatore immaginante e un attore ‘sherpa’, entrambi disposti ad ascoltare e condividere qualcosa di personale. C’è una storia raccontata tra due case, due immaginari che si incontrano.

 

START.TIP – RED CARPET WOMEN
Un format ideato e condotto da Katia Beni, in collaborazione con Start.Tip. Un programma di approfondimento sul teatro, godibile e divulgativo, che concentra il proprio interesse sulle specifiche fragilità e disuguaglianze che la pandemia ha fatto emergere, anche in ambito artistico. Nel corso degli incontri Katia Beni interagirà con Maria Cassi, Anna Meacci, Daniela Morozzi, Gaia Nanni e Beatrice Visibelli. Non semplici interviste, ma veri e propri esilaranti duetti che Katia Beni metterà in campo ogni volta con l’artista di turno.

 

SPAZIO TEATRALE ALL’INCONTRO – HOME MADE
Tre attori, ognuno con un testo teatrale da realizzare a casa propria come se fosse un vero teatro, un luogo di produzione artistica. Ognuno secondo la propria personale sensibilità e il proprio gusto, secondo i propri canali espressivi e interpretativi mette in scena il testo scelto. Ogni interprete utilizzerà anche il proprio mondo personale e privato come possibile risorsa a cui attingere.

 

 

MOTUS – CAPOLAVORI IN BALLO
Un’operazione ardita di rilettura dell’arte del passato attraverso gestualità contemporanee dove passato, presente e futuro convivono unite da forti vincoli. I movimenti dei danzatori della Compagnia, ricchi di citazioni e metafore, si snodano lungo le sale dei palazzi Buonsignori e Pannocchieschi e guidano gli spettatori in un viaggio alla scoperta di particolari e dettagli dei molti capolavori che costituiscono le collezioni della Pinacoteca Nazionale di Siena.

 

 

 

Share This