Un concerto-spettacolo che attraversa trasversalmente più generi e stili, una riflessione sul tema del rapporto tra reale virtuale attraverso diversi linguaggi: musica, parola, immagini, movimento. Offline è una performance che propone, scompone e sovrappone i livelli attraverso la musica e il gesto. Le canzoni degli Africa Unite, in una elaborazione per quintetto d’archi, a cura di Architorti, e per elettronica applicata, sono la colonna sonora e la materia musicale, le coreografie di Michele Merola per la MM Contemporary Dance Company la parte fisica, reale, visibile e toccabile. Ma non solo, il gesto, la parola e la musica si misureranno con i loro cloni virtuali proiettati su schermi e dialogheranno con essi in una sorta di continuum dove il “programmato’’ si mischia con il reale.

durata: 1h 30’