Musica, prosa, comicità e tante occasioni per riflettere: torna, attesissima, la stagione teatrale del Teatro Bambi, organizzata e promossa dal Comune di Coreglia Antelminelli in stretta collaborazione con la Fonda- zione Toscana Spettacolo Onlus.

Dal 16 dicembre al 9 marzo, il palcoscenico del Bambi ospiterà, tra gli altri, anche Francesco Montanari, il celebre “Libanese” nella serie cult “Romanzo Criminale”, e le comiche Katia Beni e Anna Meacci: la prima è stata il volto di Tina nella serie tv “Carabinieri”, mentre la seconda ha fatto parte della squadra di Tunnel e del Pippo Chennedy Show.

Il cartellone è stato presentato  dal sindaco Marco Remaschi, dall’assessora alle politiche culturali Lara Baldacci e dai referenti di Fondazione Toscana Spettacolo.

«Coreglia è terra di cultura – commentano Remaschi e Baldacci -. Fin dallo scorso inverno, Coreglia ha risposto con entusiasmo e partecipazione alle numerosi occasioni culturali proposte, a partire proprio dalla sta- gione teatrale. L’onda di arte e bellezza ha poi attraversato il nostro territorio durante tutto il periodo estivo con innumerevoli appuntamenti, molti dei quali organizzati proprio insieme alla FTS, che nella stragrande maggioranza dei casi hanno registrato il tutto esaurito. La cultura a Coreglia è viva, perché viva è la sua po- polazione: una cittadinanza che ha voglia di conoscere, godere di un momento di spettacolo, riflettere, ap- profondire, ridere e divertirsi. Grazie, quindi, alla Fondazione che, come sempre, ha lavorato con attenzione per proporci un cartellone variegato e interessante, capace di attirare in platea il pubblico più vasto».

«La possibilità di offrire al pubblico una programmazione artistica in collaborazione con l’amministrazione comunale è l’occasione per portare il teatro e gli spettacoli di Fondazione sempre più nei territori e fra le comunità a testimonianza di quanto la diffusione dello spettacolo dal vivo sia una nostra priorità – ribadisce la presidente di Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Cristina Scaletti – Il teatro Bambi avrà così un cartellone che permetterà al pubblico di godere di grandi artisti, commedie e produzioni in cui memoria e tradizione, ironia e dialoghi serrati, musica e narrazione, animeranno la stagione a Coreglia Antelminelli fino al marzo».

«Un cartellone che da dicembre a marzo farà salire sul palco del Bambi un’offerta di spettacoli ed artisti che faranno della nuova stagione di prosa a Coreglia Antelminelli un appuntamento da non perdere – dichiara la direttrice di Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Patrizia Coletta – Riuscire a dare al pubblico un presidio culturale che sia animato, vivace e vivo per qualità di artisti e di opere è senz’altro uno degli obiettivi che ci prefiggiamo nel lavorare in sinergia con le amministrazioni per un dialogo proficuo tra cultura e istituzioni, tra comunità e territorio. Ci auguriamo che questa programmazione possa rappresentare tutto questo e che sia colta dal pubblico come opportunità per vivere il teatro lungo una stagione».

IL PROGRAMMA. Si comincia venerdì 16 dicembre con Mina Xmas Time, un concerto che ripercorre i gran- di successi della più famosa e celebrata artista della canzone italiana e che spazia anche tra molti altri autori di cui Mina ha reinterpretato i grandi classici. Da Modugno a Battisti passando per Carosone: con la stessa voce, potente e raffinata, Chiara Galeotti offrirà al pubblico anche una selezione di brani natalizi tratti dal repertori del pop internazionale. Sul palco, il Chiara Galeotti Quintet, completato da Lorenzo Bertelloni, piano (già a fianco di artisti italiani e internazionali come Andrea Bocelli, Lionel Richie, John Legend, Francesco Gabbani e molti altri), Nicola Bertonelli, chitarra, Alessio Mallegni, basso, e Jonathan Tenerini, batteria.

Si prosegue, poi, domenica 15 gennaio con Francesco Montanari, nella doppia veste di attore e regista, impegnato in “Play House” di Martin Crimp. Attraverso un immaginario buco della serratura, lo spettatore spia Katrina e Simon, una coppia alle prese con le tipiche scene di vita quotidiana: l’amore, la noia, la famiglia, il sesso, i battibecchi, il rancore. Chi sono, in realtà, i due protagonisti? Si conoscono davvero? Si sono mai veramente conosciuti? Lo spettacolo, prodotto da LVF/Teatro Manini, è realizzato con la collaborazione di Davide Sacco, la traduzione di Enrico Luttmann, le scene di Luigi Sacco, le luci di Andrea Pistoia e l’organizza- zione di Ilaria Ceci.

Domenica 26 febbraio, appuntamento con l’ironia: Katia Beni e Anna Meacci portano in scena “Contromano” e si domandano “Se non andavamo da nessuna parte, come abbiamo fatto a sbagliare strada?”. Prodotto da Teatri d’Imbarco, lo show coinvolge il pubblico fin da subito, con improvvisazioni, brani inediti e omaggi ai grandi artisti della comicità. In un rito collettivo di sopravvivenza, le due attrici comiche si esibi- scono in un mix irresistibile e unico di rigore e follia.

Paolo Camilli, attore, comico e content creator con alle spalle molte collaborazioni in Rai e su Comedy Central, sarà il protagonista dell’ultimo appuntamento della stagione teatrale. Con “L’amico di tutti” (sabato 25 marzo) Camilli compie un viaggio onirico rispondendo alla domanda: “Cosa succederebbe se un giorno l’amico immaginario della nostra infanzia, quello a cui affidavamo la parte più vera e segreta di noi, venisse a cercarci e a vedere come siamo diventati?”. Nel suo monologo a più voci, Camilli parla di gender, intolle- ranza, discriminazione, razzismo con un’ironia graffiante e una comicità surreale che, inevitabilmente, fanno sorridere e riflettere. Lo spettacolo è prodotto dal gruppo creativo Paolo Camilli, Moira Angelastri, Andrea Cappadona.

FUORI ABBONAMENTO. La stagione di Coreglia Antelminelli si arricchisce anche di un doppio appunta- mento fuori abbonamento. Giovedì 9 marzo alle 10, i ragazzi delle scuole dell’Istituto Comprensivo di Coreglia saranno al palazzetto dello sport per il progetto “Donne e Resistenza”. La sera, invece, andrà in scena a ingresso libero “Eppure era bella la sera”, con Livia Gionfrida e Giulia Aiazzi. Accompagnate dalla fisarmoni- ca e dalla voce di Simone Faraoni, le due attrici daranno vita a un reading musicale che racconta le vicende individuali delle donne della Resistenza Italiana. Furono staffette, fattorine, infermiere, vivandaie e combattenti, trasportavano esplosivi nella borsa della spesa, animavano gli scioperi nelle fabbriche e imbracciavano le armi: dopo la guerra privata, dove non erano più solo madri e figlie, ma protagoniste, le donne decisero di lottare.. Nell’emergenza della guerra e nella speranza di un mondo più giusto, nella fede in una causa e nella coscienza politica, le donne non hanno esitato a rischiare e perdere la propria vita, costituendo non un appoggio assistenziale ma la spina dorsale della Resistenza. Lo spettacolo ha ricevuto il patrocinio della Fondazione Museo della Deportazione e Resistenza di Prato.

INFO BIGLIETTI E ABBONAMENTI. Il Teatro comunale “A. Bambi” si trova a Coreglia capoluogo, in via del Mangano, 17. Posto unico Euro 8,00. Info e prevendite 0583/78152 interno 4 – i.pellegrini@comune.coreglia.lu..it.

Share This