Al via da venerdì 16 dicembre la stagione 2022/23 della Sala Banti di Montemurlo. Nove appuntamenti fino ad aprile con una serata speciale per la notte di San Silvestro (fuori abbonamento),tra monologhi, ironia intelligente e incursioni musicali. Testi che indagano la natura umana, riferimenti alla storia, alla letteratura e al nostro presente con uno sguardo leggero quanto acuto sulla società e le sue contraddizioni.

Chiara Francini, Katia Beni, Maria Cassi, Stefano Santomauro sono solo alcuni dei protagonisti del cartellone che nasce, come di consueto, dalla collaborazione tra l’amministrazione comunale e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus. Una stagione che ritrova la normalità dopo le limitazioni imposte dalla pandemia e, come sottolinea l’assessore alla cultura Giuseppe Forastiero, punta a fare il “tutto esaurito” ed almeno cento abbonamenti. Un programma di qualità che ha come filo conduttore quello della leggerezza ma proposta con intelligenza. Grandi interpreti, apprezzati e conosciuti dal grande pubblico, affrontano con ironia aspetti difficili come la ricerca della felicità, l’accettazione della propria immagine, il potere. Come da tradizione, ritorna anche l’ultimo dell’anno a teatro con lo spettacolo di Katia Beni e il brindisi di mezzanotte con spumante e panettone, offerti dal Comune di Montemurlo.

La campagna abbonamenti sarà aperta da domenica 20 novembre con uno stand, dedicato alla promozione della nuova stagione teatrale, alla Festa dell’Olio in piazza Castello alla Rocca di Montemurlo e quindi per tre sabati consecutivi (26 novembre, 3 e 10 dicembre) alla biblioteca “Bartolomeo Della Fonte” dalle ore 9 alle 13.

«Anche quest’anno portiamo alla Sala Banti un cartellone di grande qualità con nomi noti a livello nazionale. – dice il sindaco di Montemurlo, Simone Calamai – Grazie alla collaborazione con Fondazione Toscana spettacolo in questi anni siamo riusciti a dare lustro e valore al nostro teatro. A Montemurlo crediamo nell’importanza del “fare cultura” e mi fa piacere sottolineare che la presentazione della nuova programmazione della Sala Banti vada di pari passo con l’avanzamento della progettazione del nuovo teatro da 300 posti che sorgerà a Oste nello spazio dell’ex Fabbrica rossa».

“Da dicembre ad aprile una nuova stagione per una rinnovata voglia di spettacolo dal vivo che alimenti nel pubblico e sul territorio il bisogno di tornare a teatro per stare insieme e godere degli appuntamenti che animeranno il cartellone realizzato con il Comune di Montemurlo, per dare alla Sala Banti una programmazione di qualità all’insegna della comicità, ma anche dei classici e della musica. Maria Cassi, Chiara Francini, Katia Beni, Stefano Santomauro sono solo alcuni degli artisti istrionici e acuti che offriranno sicuramente una serata di convivialità, riflessione e sottile ironia”, dichiara la presidente di Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Cristina Scaletti.

«A Montemurlo facciamo “teatro per tutti”- sottolinea l’assessore alla cultura, Giuseppe Forastiero – Grazie alla forte compartecipazione economica di Comune e Fondazione Toscana spettacolo, anche quest’anno riusciamo a mantenere bassi i prezzi degli spettacoli e degli abbonamenti (il biglietto intero costa 12 euro, 10 euro il ridotto). Il filo conduttore della nostra stagione teatrale resta la leggerezza ma che riesce ad indagare con intelligenza tanti aspetti difficili del nostro tempo. Infine, quest’anno ritorniamo alla normalità dopo le restrizioni pandemiche e l’obbiettivo è quello di avere sempre la Sala Banti piena ed almeno 100 abbonamenti»

“Anche Montemurlo si appresta ad avere la sua stagione teatrale ricca di produzioni, collaborazioni e drammaturgie che scandiranno a suon di musica dal vivo, sferzante ironia, narrazioni lucide e ritmi serrati una programmazione che si aprirà a dicembre con lo spettacolo musicale Hostress per concludersi ad aprile con Il mio nome è Spadaro, tra aneddoti, ricordi e canzoni. Nel mezzo un condensato di commedia e ricerca narrativa e sonora che accompagnerà il pubblico della Sala Banti in questa stagione artistica, rinnovando l’occasione per ritrovarsi e condividere momenti di cultura ed intrattenimento pungente e di qualità”, sottolinea la direttrice di Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Patrizia Coletta.

Il programma

Il sipario sulla stagione della Sala Banti si alza venerdì 16 dicembre (ore 21.15): Anna Marcato, Beatrice Niero e Isabella Girardini con il loro Cikale comic vocal trio portano in scena Hostress, per la regia di Rita Pelusio.

Sempre sorridenti e desiderose di dare istruzioni e indicazioni su come ci si dovrebbe comportare. Attente al rigore, all’educazione verso il prossimo e al rispetto per l’ambiente si muovono all’interno dei festival o dei teatri richiamando al senso civico. Ovviamente lo fanno a modo loro. Sono folli e divertenti, armoniose e piene di sorprese. Attraverso i brani più famosi del rock e del pop le Hostress comunicano con il pubblico che si sente coinvolto in un viaggio molto, ma molto particolare.

Per la notte di San Silvestro, sabato 31 dicembre (ore 22:30),Katia Beni presenta KATIA BENI SHOW. Lo spettacolo è fuori abbonamento (biglietto speciale, posto unico € 15).

Fine d’anno imperdibile con Katia Beni Show, un recital dall’energia irrefrenabile, che riesce a spazzar via qualunque cliché, rendendo credibile l’improbabile. Un mix di rigore e follia totalmente unici. Un rito collettivo di sopravvivenza che punta dritto al cuore, nella speranza in un futuro migliore. Per tutte e tutti! Per ritrovarsi, resistendo con ironia e dissacrazione a qualunque avversità. Katia Beni accompagnerà il pubblico fino al brindisi di Mezzanotte per festeggiare il 2023. 

La stagione prosegue giovedì 12 gennaio (ore 21:15), quando Chiara Francini porta in scena UNA RAGAZZA COME IO.

Uno spettacolo di Chiara Francini e Nicola Borghesi, con le musiche di scena dal vivo di Francesco Leineri.Un frizzante monologo, uno show che unisce comicità e intrattenimento tra citazioni, remake, gag e sapiente umorismo, in un gioco di contrasti eleganti. L’atmosfera, divertente ma sofisticata, è unica nel suo genere, accattivante, molto originale. Un piccolo gran varietà, con musica ed effetti speciali.

Martedì 24 gennaio (ore 21.15) è il momento di IO E MIRYAM. Uno spettacolo teatrale musicale

scritto e diretto da Giovanni Gentile, con Gaia Perretta e Alessio Burberi al pianoforte.

Tra un brano di Cole Porter e un numero alla Liza Minelli, dalla rievocazione nostalgica di Marlene Dietrich all’asperità straniante del Brecht de L’Opera da tre Soldi, la recitazione coinvolge lo spettatore in una storia d’amore disarmante e la musica dà forma a pause liriche per interiorizzare il racconto che la protagonista fa della sua vita, mentre la Storia, quella della Seconda Guerra Mondiale, sfila impunemente davanti ai suoi occhi. Un “musical da camera” in cui recitazione, danza, canto e musica dal vivo si fondono, dando vita a uno spettacolo dal quale può comunque nascere una discussione aperta sul periodo storico nel quale è ambientato e sulla società multiculturale in cui viviamo oggi.

Domenica 12 febbraio (ore 21.15)alla Sala Banti arrivano Maria Cassi e Leonardo Brizzi con ALÉ! Opera buffa.

Riecco Aringa e Verdurini insieme, storico duo di trentennale esperienza. Musica, comicità che arriva dal profondo e che profondamente fa ridere emozionare e talvolta commuovere. Perché la comicità è una cosa seria, molto seria se fatta con talento e professionalità, energia e rigore: quello che in questi anni gli ex Aringa e Verdurini, alias Maria Cassi e Leonardo Brizzi,hanno continuato a portare avanti sempre credendo fermamente nell’importanza del buon teatro e della buona musica. Alè! è una sorta di piccolo “musical”: si scherza attraverso personaggi, gag musicali tormentoni, tic umani e non, passando attraverso arrangiamentiche vanno dal jazz alla musica classica e popolare.

Stefano Santomauro è il protagonista di HAPPY DAYS, in programma domenica 26 febbraio (ore 21.15).Uno spettacolo scritto da Stefano Santomauro per la regia di Daniela Morozzi, con la collaborazione ai testi di Marco Vicari e Daniela Morozzi.

Una Stand Up Comedy travolgente che conquista gli spettatori dal primo all’ultimo minuto tra tisane alla malva e maglioni con le renne, rapporti a due prima e durante il lockdown, cibo bio e centrifugati imbevibili, profili Instagram e hashtag impossibili per avere successo. Un monologo esilarante, cinico e sincero, ma anche il racconto inadeguato di chi prova a raggiungere i traguardi di felicità senza, però, riuscirci. O forse sì.

Mercoledì 8 marzo (ore 21.15) Antonella Questa presenta SVERGOGNATA.

Quanto contano lo sguardo e il giudizio degli altri? Quanto pesano nel nostro quotidiano? Svergognata porta a galla le trappole in cui spesso inconsapevolmente cadiamo, ovvero il bisogno di approvazione, la schiavitù dell’immagine e della desiderabilità sociale che ci distraggono da ciò che realmente desideriamo e da ciò che siamo. Ancora una volta Antonella Questa si immerge nelle pieghe della società con il suo sguardo ironico, che solleva il giudizio, per mettere in luce le nostre debolezze. L’uso del corpo nelle coreografie, qui diventa un vero e proprio linguaggio sostituendosi alla parola e restituendoci uno spettacolo che nel dinamismo ha uno dei suoi punti di forza.

A seguire,venerdì 31 marzo(ore 21.15),la compagnia KanterStrasse porta in scena I PROMESSI SPOSI. Providence, Providence, Providence. Lo spettacolo con Luca Avagliano, Lorenza Guerrini, Simone Martini e Alessio Martinoli è diretto da Simone Martini.

I Promessi Sposi chiudono il trittico dedicato al potere che KanterStrasse porta avanti dal 2017, dopo Amletino e Ubu Re. Il potere non è sempre qualcosa di tangibile, anzi a volte ne sentiamo solo l’odore, il suono, le conseguenze. KanterStrasse riscrive i Promessi Sposi di Alessandro Manzoni come una graphic novel in bianco e nero, dove la storia marcia inesorabile verso un lieto fine da fiaba, ma che forse non è tale

Ultimo appuntamento in stagionevenerdì 14 aprile (ore 21.15) conIL MIO NOME È SPADARO.Uno spettacolo di e con Gianmaria Vassallo, per la regia di Riccardo Giannini.

Si dice che un uomo nell’istante prima di morire riveda tutta la sua vita. Quella del grande fantasista Odoardo Spadaro, in quell’attimo, tira fuori molte cose che non tutti sanno. Attraverso aneddoti, ricordi e canzoni Spadaro si racconta nei suoi aspetti più intimi e nostalgici.Lo spettacolo è interamente originale e creato con materiale prevalentemente inedito, recuperato da vari archivi storici. 

Confermate le iniziative di promozione: Carta dello Spettatore FTS, che offre vantaggi come il biglietto ridotto in tutti i teatri del circuito, eccetto quello in cui viene sottoscritta; Biglietto futuro, riduzioni per under 35; Carta studente della Toscana, biglietto a 8 euro per gli studenti universitari in possesso della carta; Buon compleanno a teatro, che regala il biglietto nel giorno del compleanno; Biglietto sospeso, che consente di offrire uno spettacolo a chi vive un momento di difficoltà; FTS per l’ambiente, per condividere la cura e il rispetto per l’ambiente gli spettatori che presentano l’abbonamento mensile in corso di validità ad un mezzo di trasporto pubblico hanno diritto al biglietto ridotto.

 

Biglietti e abbonamenti

Gli spettacoli in abbonamento iniziano alle ore 21:15

Lo spettacolo in programma il 31 dicembre inizia alle ore 22:30

 

Campagna abbonamenti

da domenica 20 novembre 2022 nell’ambito della Festa dell’Olio in piazza Castello nel borgo della Rocca di Montemurlo

sabato 26 novembre, sabato 3 dicembre, sabato 10 dicembre presso la Biblioteca Comunale di Montemurlo – Piazza Don Milani 1, dalle ore 9 alle ore 13

 

Abbonamento(8 spettacoli)

posto unico € 70 / ridotto € 60

 

Biglietti

posto unico € 12 / ridotto € 10

 

Biglietto ridotto € 8 riservato agli studenti delle Università possessori della carta Studente della Toscana e Biglietto futuro under 35 in collaborazione con Unicoop Firenze 

 

Riduzioni

over 65, soci coop, iscritti al sistema bibliotecario, abbonati alla stagione 2021-22, possessori Carta dello spettatore FTS (solo per i biglietti)

 

Spettacolo per la notte di San Silvestro – fuori abbonamento

biglietto speciale, posto unico € 15

 

Prenotazione biglietti e informazioni

cell. 350 0989104 (anche messaggi whatsapp) nelle fasce orarie 13 – 15 e 19 -20 dal lunedì al venerdì; mail: salabantiprosa@gmail.com

 

Per i soci Coop è attiva la promozione 1000 punti mille emozioni.

info e adesioni presso i punti vendita Unicoop Firenze

 

Info

Sala Polivalente C. Banti

piazza della Libertà 2, 59013 Montemurlo

mail salabantiprosa@gmail.com

tel. 350 0989104

dal lunedì al venerdì ore 10 – 12.30

 

Biblioteca Comunale

piazza Don Milani 1 Montemurlo

tel. 0574 558567

 

comune.montemurlo.po.it

toscanaspettacolo.it

Share This