Prosegue l’impegno dell’ente nel campo della formazione con l’intento di favorire il dialogo fra il mondo della scuola e quello del teatro

La Fondazione Toscana Spettacolo onlus parteciperà all’edizione 2022 di Fiera Didacta Italia (Firenze – Fortezza da Basso, 20 – 22 maggio 2022) con due laboratori dedicati agli insegnanti, in programma sabato 21 e domenica 22 maggio.

I due eventi formativi, pensati per far dialogare scuola e arti della scena, fornendo ai docenti tecniche e strumenti mutuati dalle discipline teatrali, sono organizzati in collaborazione con l’INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa) e realizzati con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze.

I laboratori, curati dal giocoliere, acrobata e disegnatore Edoardo Nardin e dal regista, attore e formatore Fabrizio Cassanelli, sono rivolti agli insegnati della scuola dell’infanzia, della primaria, della secondaria di I grado e della secondaria di II grado.

Prosegue così l’impegno della Fondazione Toscana Spettacolo nel campo della formazione con l’intento di favorire il dialogo fra il mondo della scuola e quello del teatro, mettendo a disposizione strumenti di intervento, modelli di collaborazione istituzionale e progetti per il futuro.

Il programma

Sabato 21 maggio dalle 9 alle 11, alla Polveriera (Fortezza da Basso, Firenze), LABORATORIO ESPRESSIVO DI CIRCO TEATRO, a cura di Edoardo Nardin (Factory Tac). Consapevolezza del proprio corpo, della propria presenza, sia personale, che in relazione allo spazio che ci circonda, ma soprattutto in relazione agli altri. Un lavoro sulla fiducia, sull’accoglienza e sul rispetto attraverso la sperimentazione di figure base di acrobalance a due, tre, quattro e più persone. Nella relazione fra “acrobati” sono fondamentali alcuni valori tra cui l’ascolto, il rispetto, la fiducia, la generosità, la tenacia. Queste sono le basi su cui si struttura tutto il lavoro fisico. Per informazioni e iscrizioni è possibile consultare il link https://fieradidacta.indire.it/eventi/laboratorio-teatrale-a-scuola/.

 

 

Domenica 22 maggio dalle 10 alle 12, al Padiglione Nazioni – dipartimento arte e teatro sala I15 (Fortezza da Basso, Firenze)IL TEATRO COME ALFABETO DELLA SENSIBILITÀ, a cura di Fabrizio Cassanelli.

L’incontro formativo intende approfondire in che cosa e in che modo il teatro possa essere oggi utile a docenti e formatori impegnati in ambito educativo. Una delle particolari novità riguarda la possibilità per il teatro di presentarsi a chi educa come una tecnologia della sensibilità alternativa alla trasmissione frontale delle conoscenze. Il teatro è un linguaggio interdisciplinare in grado di contenere dentro di sé gesti, movimenti, suoni, parole, immagini e segni che tengono conto delle ragioni e delle emozioni dei soggetti coinvolti. Un’esperienza pedagogica che opera per l’interezza della persona e forma organica di intervento che rafforza l’itinerario di auto consapevolezza dei processi intellettivi e culturali dei partecipanti. Per informazioni e iscrizioni è possibile consultare il link https://fieradidacta.indire.it/eventi/il-teatro-come-alfabeto-della-sensibilita/.

I formatori

Edoardo NardinNasce a Pordenone nel 1983. Si laurea con lode come organizzatore dell’arte e dello spettacolo alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze con una tesi sui finanziamenti alla cultura.

Naturalizzato toscano, oggi è un artista che porta i suoi spettacoli e la sua arte in Italia e nel mondo. La natura di Nardin è un eclettismo che riesce a far sfumare i confini tra i diversi linguaggi espressivi, un funambolismo artistico con cui si muove tra le diverse tecniche da lui utilizzate. Divide la sua ricerca artistica fra arti visive e arti performative: è giocoliere, acrobata, clown, equilibrista e, quando non calca le assi di un palcoscenico, disegna e sperimenta diverse tecniche fra la pittura, l’illustrazione e l’installazione artistica. Da più di 15 anni fa spettacoli in tutta Italia e all’estero con tournée anche in Giappone, India, Stati Uniti, Russia, Oman, Tunisia, Francia, Svizzera, Germania, Principato di Monaco, Croazia e Slovenia. Ha all’attivo diverse mostre sia collettive che personali e collaborazioni con il mondo delle imprese e della cultura. Nel 2018 ha presentato una personale ospitata nella sede di Patrizia Pepe a Prato. Nel 2019 ha vinto il secondo premio del concorso nazionale d’arte R-evolution organizzato da Enegan Art. Nel 2021 ha scritto e illustrato il suo primo albo dal titolo Barba Fantasy. La storia dell’Omino vestito di Rosso, pubblicato dalla KM Edizioni di Firenze con la prefazione di Silvana Sperati, presidente dell’Associazione Bruno Munari.

Fabrizio Cassanelli. Diplomato all’Accademia di Arte Drammatica e nella scuola di Jacques Lecoq a Parigi, sull’onda del teatro di impegno civile che caratterizza gli anni ’70, affianca al lavoro teatrale attività con maestri, artisti e pedagoghi consolidando la sua ricerca artistica legata al mondo dell’infanzia e dell’adolescenza. Ha collaborato con il Movimento Cooperazione Educativa, il Dipartimento della Formazione dell’Università di San Marino, la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna, l’Università di Bressanone, l’Università di Siena, la Società Italiana di Psicoterapia Relazionale e Agita, associazione nazionale per la promozione e la ricerca della cultura teatrale nella scuola e nel sociale. Negli ultimi anni si occupa di elaborare e trasmettere nuovi metodi di pedagogia e teatro per una formazione inclusiva e non violenta a tutti coloro che dal teatro applicato all’educazione possono trarre nuovi stimoli per arricchire il proprio ruolo professionale. Insieme a Donatella Diamanti, Letizia Pardi e Antonella Moretti ha fondato StArt.Tip: associazione culturale per insoliti progetti d’arte e teatro. Tra le sue ultime pubblicazioni figurano Teatro in Educazione – Guida all’animazione teatrale per insegnanti, educatori, animatori – Edizioni ETS (Pisa, 2017), Alfabeto Teatrale “per una pedagogia della sensibilità” – Edizioni ETS (Pisa, 2020) e Piccola guida al gioco simbolico di imitazione e alle domande generative di fantasia – Edizioni ETS (Pisa, 2022).

Fiera Didacta

Fiera Didacta Italia si svolgerà dal 20 al 22 maggio 2022 alla Fortezza da Basso a Firenze. Giunta quest’anno alla quinta edizione, è il più importante appuntamento fieristico dedicato all’innovazione della scuola. Fiera Didacta Italia ha l’obiettivo di favorire il dibattito sul mondo dell’istruzione tra gli enti, le associazioni, gli imprenditori, gli insegnanti e i dirigenti scolastici per creare un luogo di incontro tra le scuole e le aziende del settore. La quinta edizione è dedicata alla pedagogista Maria Montessori, una delle personalità più importanti a livello mondiale nel campo dell’educazione dell’infanzia. Fiera Didacta Italia presenta un programma scientifico coordinato da INDIRE e coinvolge le più rilevanti realtà italiane e internazionali nell’ambito dell’istruzione e della formazione, insieme ai Ministeri dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

fieradidacta.indire.it

toscanaspettacolo.it

Share This