Scarica il comunicato stampa, clicca qui.

Prenderà a breve il via a Prato la nuova rassegna dedicata al giovane pubblico di MET RAGAZZI Le arti della scena per le nuove generazioni 2021/22, un progetto del Teatro Metastasio di Prato in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, a cura di Edoardo Donatini.
Dal prossimo 6 novembre fino a giugno 2022 spettacoli e laboratori di teatro e danza destinati a bambini e famiglie e incontri di formazione rivolti a insegnanti e operatori animeranno le quattro sale della Fondazione Metastasio – Teatro Metastasio, Teatro Fabbricone, Teatro Fabbrichino, Teatro Magnolfi – con 18 titoli di 16 tra le compagnie più rappresentative del settore (per un totale di circa 100 recite), tra cui 3 coproduzioni di Teatro Metastasio di Prato e Compagnia TPO.

L’inaugurazione della stagione è affidata a IL BRUTTO ANATROCCOLO di Compagnia TPO/ Fondazione Teatro Metastasio di Prato, famosa favola di Hans Christian Andersen sui temi del processo di crescita e dell’accettazione delle convenzioni che ogni bambino deve affrontare (Fabbricone, 6 novembre).
Arrivano poi Factory Compagnia Transadriatica e Fondazione Sipario Toscana con MATTIA E IL NONNO, un racconto ‘farmaco’ che definisce la separazione come un cammino pieno di dolcezza e grande onirismo e non come un trauma (Magnolfi, 13 novembre); a seguire Zaches Teatro ricrea una versione di CENERENTOLA che mantiene il sapore ancestrale del mito originario affrontando con poesia l’antico legame tra l’uomo e la morte attraverso danza, teatro di figura e un allestimento dal forte impatto visivo e sonoro (Metastasio, 20 novembre); Fontemaggiore centro di produzione e Occhisulmondo illuminano le risorse di consapevolezza e riscatto di una vicenda infantile di emarginazione e pregiudizio con la fiaba GRETA LA MATTA (Fabbricone,15 gennaio); Teatro delle Apparizioni e CSS Teatro Stabile di Innovazione del Friuli Venezia Giulia raccontano in KAFKA E LA BAMBOLA VIAGGIATRICE di separazioni e abbandono, incontri e cambiamenti, tra nostalgia, inquietudini e vita che corre via, stupori e occhi aperti sul mondo (Metastasio, 22 gennaio); con OZ Fanny & Alexander/E Production, Accademia Perduta/Romagna Teatri, Solares Fondazione delle Arti/Teatro delle Briciole danno vita a uno spettacolo-game tratto dai 14 libri di Frank L. Baum dove i bambini, dotati di un piccolo telecomando, operano le scelte che determinano lo sviluppo delle vicende (Metastasio, 5 febbraio); Giallo Mare Minimal Teatro mette in scena un percorso di gioco narrativo fra teatro e musica con BUONO COME IL LUPO (Metastasio, 12 febbraio); in SCIENTIFICO! la Compagnia Teatrale Piccoli Principi mette in scena una singolare lezione sulla scienza stimolando il piacere della meraviglia (Magnolfi, 19 febbraio); con LEONE CHE STRISCIA Davide Giordano indaga i meccanismi comportamentali di un ragazzo che sfrutta dinamiche di gruppo a discapito dei soggetti più fragili (Fabbricone, 5 marzo); in SANDOKAN O LA FINE DELL’AVVENTURA i Sacchi di Sabbia traspongono le avventure della tigre della Malesia su un tavolo da cucina trasformando ortaggi in armi e paesaggi esotici, in un clima fantastico e surreale (Fabbricone, 12 marzo); Compagnia TPO/ Fondazione Teatro Metastasio di Prato presentano +ERBA. LA GIUNGLA IN CITTÀ, uno spettacolo immersivo capace di coinvolgere gli spettatori in azioni interattive, dedicato al lavoro che la città di Prato ha intrapreso con il progetto “Urban Jungle” destinato alla rigenerazione di aree degradate, sottoutilizzate o in declino, attraverso la riforestazione ed un uso creativo e sostenibile dello spazio urbano (Fabbricone, maggio/giugno, date da definire).

Il programma riserva poi un invito speciale alle famiglie nel mese di dicembre per gli appuntamenti di NATALE È TEATRO, una ‘festa del teatro’ in cui sarà possibile assistere a 3 spettacoli: Compagnia TPO/ Fondazione Teatro Metastasio di Prato fanno interagire il pubblico con gli oggetti di scena per creare partiture collettive che stimolano il movimento nel percorso installativo ORECCHIO CURIOSO (Fabbrichino, 8, 11, 12, 18, 19 dicembre); la Compagnia Carlo Colla & Figli porta in scena una versione “per marionette” di PINOCCHIO, capolavoro della letteratura per i ragazzi, romanzo di formazione ma anche racconto fantastico (Metastasio, 8 e 11 dicembre); la compagnia Teatro delle Foglie veicola con il linguaggio universale del corpo, dello sguardo e delle ombre la favola moderna BALLATA D’AUTUNNO mescolandovi la forza del circo, la poesia del teatro di figura e l’improvvisazione del teatro di strada (Metastasio, 18 dicembre).

Ci sono infine cinque spettacoli di danza che rientrano in MILLEPIEDI, una ‘rassegna nella rassegna’ dedicata all’espressività del corpo e studiata in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus: oltre al già citato BALLATA D’AUTUNNO del Teatro delle Foglie, ne IL PICCOLO RE DEI FIORI il Balletto di Roma e Teatro Gioco Vita sviluppano il tema della ricerca della felicità con leggerezza e poesia in una fiaba dalla trama semplice e un immaginario esuberante (Fabbricone, 27 novembre); in COSTELLAZIONI. PRONTI, PARTENZA… SPAZIO!, la compagnia Sosta Palmizi/I Nuovi Scalzi intraprende un viaggio fantasioso e giocoso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle, fra pianeti e corpi celesti alla scoperta di prospettiva, relatività, tempo e spazio (Fabbricone, 19 marzo); Michelangelo Campanale per La Luna nel Letto dirige i danzatori acrobati della Compagnia EleinaD per raccontare la storia di CAPPUCCETTO ROSSO attraverso il corpo, il linguaggio non parlato, ispirato all’immaginario dei cartoni animati di inizio ‘900 (Metastasio, 2 aprile); i Kinkaleri si confrontano con la Divina commedia dantesca e partono da INFERNO con l’obbiettivo di condurre i giovani spettatori in un viaggio dalle tenebre alla luce (Fabbricone, 30 aprile).

Inoltre, riservato a insegnanti e operatori, il ciclo di incontri e laboratori LE ARTI, LA SCENA rappresenta una sezione cardine del progetto MET RAGAZZI, un’occasione di riflessione e analisi della funzione del teatro in relazione all’infanzia favorita dal contatto diretto con gli artisti e dall’approfondimento delle poetiche orientate ad avvicinare i bambini all’arte contemporanea. In particolare in questa edizione sono previsti sei laboratori – con Zaches Teatro, Luca Mori, Patrizia Menichelli, Sosta Palmizi, Kinkaleri, e Octava Rima/agita Teatro (tutto il programma su www.metastasio.it).

Infine riparte anche il LABORATORIO DELLE ARTI DELLA SCENA, un percorso teatrale rivolto a bambini, ragazzi e genitori attraverso la percezione, la narrazione, la trasformazione, l’improvvisazione, il racconto, la poesia, il ritmo, l’esplorazione della voce, del corpo e del movimento nello spazio: un progetto sperimentale di scuola di teatro che si rinnova per il sesto anno, in preparazione a una vera e propria Accademia per l’infanzia. Un’intensa attività di laboratorio di arti sceniche si articolerà da novembre 2021 a maggio 2022 guidata dai docenti Pasquale Scalzi e Chiara Innocenti con, a fine corso, una presentazione al pubblico del lavoro svolto durante tutto.

Finita la programmazione degli spettacoli, a partire dal mese di giugno, la stagione proseguirà come già gli scorsi anni con MET RAGAZZI ESTATE e la compagnia TPO che, nello spazio open air adiacente al Teatro Fabbricone/Sala Fabbrichino, organizzerà atelier, spettacoli e concerti all’aperto (il dettaglio del programma verrà annunciato prossimamente).

info e prenotazioni: 0574 608501 – biglietteria@metastasio.it
biglietti: ragazzi 6 euro, adulti 7 euro
info Cristina Roncucci 0574/24782 (interno 2) – 347 1122817

Share This