Empoli, Teatro Excelsior: martedì 25 febbraio, ore 21
Pietrasanta, Teatro Comunale: giovedì 27 febbraio, ore 21
Castelfranco Piandiscò, Teatro Comunale Capodaglio: domenica 1 marzo, ore 21.15
Cortona, Teatro Signorelli: martedì 17 marzo, ore 21.15
Santa Croce sull’Arno, Teatro Verdi: mercoledì 1 aprile, ore 21.15

TARTUFO
di Molière
adattamento e regia Roberto Valerio
con Giuseppe Cederna, Vanessa Gravina, Roberto Valerio
e con Paola De Crescenzo, Massimo Grigò, Elisabetta Piccolomini, Roberta Rosignoli, Luca Tanganelli (sostituito da Marcello Di Giacomo nelle repliche dal 20 febbraio al 1 marzo 2020)
scene Giorgio Gori
costumi Lucia Mariani
luci Emiliano Pona
produzione Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale
con il sostegno di Mibac, Regione Toscana

Commedia divertente e popolare, un classico del teatro molieriano che unisce satira corrosiva e profonda riflessione sull’animo umano e sui valori sociali. Un’opera audace e contemporanea che rivela la crisi della società moderna dilaniata tra materialismo senza senso e spiritualità fanatica. Il protagonista, emblema dell’ipocrisia, indossa la maschera della devozione religiosa e della benevolenza per raggirare e tradire il suo sprovveduto e ingenuo benefattore Orgone. Tartufo irrompe in una famiglia benestante, la sconvolge completamente e ne prende il controllo: ipnotizza il padre, acceca la madre, sposa la figlia, bandisce il figlio, seduce la matrigna. Oggi, dopo trecentocinquanta anni dalla sua prima messa in scena, Tartufo non è più un semplice impostore, bensì un profeta anticonformista che denuncia e combatte un mondo di materialismo, consumismo e amoralità.

Share This