Castagneto Carducci, Teatro Roma: sabato 15 febbraio, ore 21.15
Monterotondo M.mo, Teatro del Ciliegio: venerdì 27 marzo, ore 21.15

MODIGLIANI
drammaturgia Alessandro Brucioni e Michele Crestacci
regia Alessandro Brucioni
con Michele Crestacci
suoni Alberto Battocchi
produzione mo-wan teatro con il sostegno di Armunia Festival Costa degli Etruschi e il Nuovo Teatro delle Commedie
testo vincitore Premio Nino De Reliquis per il Teatro, la Danza e le Arti Performative 2008 di Livorno e del Premio l’inutile del teatro di Padova 2018

Un monologo che racconta la storia e le passioni di Modigliani, che ricostruisce un intenso e onirico ritratto dell’uomo, del pittore e del padre, attraverso una irriverente, stralunata e comica spola tra Livorno e Parigi, tra il passato e il presente. Lo spettacolo Modigliani è uno sguardo amaro sulla provincia che non riconobbe il suo genio. Una provincia solare e bella, drammaticamente conservatrice, ostile al rinnovamento e irragionevolmente orgogliosa delle proprie debolezze. Modigliani è il primo ritratto di una trilogia di monologhi che raccontano una comunità, una città e il suo odore.
Con la storia di Modigliani ci si insinua in un contesto storico di intense rivoluzioni sociali, culturali e politiche, Corrado Augias definisce Modigliani come l’ultimo romantico e effettivamente era un’artista con una visione dell’arte come sacrifico di se stessi, un uomo solo in conflitto con tutto e tutti. Con questo spettacolo ci siamo concentrati sull’importanza di ricostruire la sua memoria in una città che nel tempo l’aveva dimenticato. Provando a restituire la storia di un personaggio intriso del nostro stesso salmastro e del nostro stesso libeccio.

Share This