Scarica i materiali stampa (comunicato + foto), clicca qui!

FONDAZIONE TOSCANA SPETTACOLO Onlus – COMUNE DI AGLIANA

TEATRO MODERNO
STAGIONE TEATRALE 2019/2020

Grandi interpreti nella nuova stagione del Teatro Moderno di Agliana. In cartellone classici, Commedia dell’Arte e comicità.

Leo Gullotta, Marisa Laurito, Lucia Poli, Fiona May e molti altri portano in scena al Moderno di Agliana testi letterari di autori come Hermann Melville e Stefano Benni, opere cult della drammaturgia contemporanea, e poi ancora canovacci della Commedia dell’Arte o la “comicità surreale” dei Trejolie, gli esilaranti vincitori di Italia’s Got Talent 2017.

Un cartellone di sei spettacoli da dicembre a marzo che nasce come sempre dalla collaborazione fra Fondazione Toscana Spettacolo onlus (primo circuito multidisciplinare in Italia anche nel 2019 per il Mibact) e l’Amministrazione comunale. Un’offerta ricca, presentata a un pubblico in continuo aumento: sono stati 171 gli abbonati all’ultima stagione, con un + 14% rispetto all’anno precedente, una progressione mai interrotta dalla stagione 2015/16 quando erano state fatte appena 36 sottoscrizioni.

Confermate le iniziative di promozione: Carta dello Spettatore FTS, che offre vantaggi come il biglietto ridotto in tutti i teatri del circuito, eccetto quello in cui viene sottoscritta; Biglietto futuro, riduzioni per under 30; Carta studente della Toscana, biglietto a 8 euro per gli studenti universitari in possesso della carta; Buon compleanno a teatro, che regala il biglietto nel giorno del compleanno; Biglietto sospeso, che consente di offrire uno spettacolo a chi vive un momento di difficoltà; Diventa storyteller, per pubblicare le proprie recensioni e commenti alla serata sul sito toscanaspettacolo.it.

Prezzi come sempre alla portata di tutti; biglietti da 11 euro e abbonamenti da 60.
Studenti è rinnovata la riduzione a 8 euro del biglietto per gli universitari in possesso della Carta dello Studente della Toscana.

Prima dell’avvio della stagione, domenica 15 dicembre, alle ore 21, come tutti gli altri spettacoli della stagione, il concerto – fuori abbonamento – COME È PROFONDO IL MARE: Tommaso Novi, Luca Guidi, Giulia Pratelli e Giorgio Mannucci si esibiscono in una serata interamente dedicata ai grandi successi di Lucio Dalla. (Posto unico: 7 euro; riduzione per gli abbonati: 5 euro).

Per l’apertura ufficiale della stagione, è in scena Fiona May, la ex campionessa mondiale di salto in lungo, che approda in teatro con un testo perfetto per lei. MARATONA DI NEW YORK, sabato 11 gennaio, è la più celebre opera di Edoardo Erba, molto rappresentata anche all’estero. In scena due amici, ora due amiche, che per tutto lo spettacolo corrono, preparandosi alla sfida del titolo. Al fianco dell’atleta, l’attrice toscana Luisa Cattaneo, per dar voce, con la regia di Andrea Bruni Savelli, a un testo ricco di suspense, dove il gesto sportivo diventa metafora del percorso della vita.

Si entra nel mondo della Commedia dell’Arte venerdì 31 gennaio con ARLECCHINO FURIOSO. Lo spettacolo nasce da un canovaccio firmato e interpretato dai giovani di Stivalaccio Teatro, diretti da Marco Zoppello, e dedicato all’amore. È un amore ostacolato, invocato, cercato, ma soprattutto un amore universale, capace di travalicare i confini del mondo. Uno spettacolo recitato con varietà di lingue e dialetti, che gioca con duelli e pantomime, arricchito dall’uso di maschere, travestimenti, e canti.

A seguire, venerdì 14 febbraio, PERSONE NATURALI E STRAFOTTENTI, tratto dall’omonima opera di Giuseppe Patroni Griffi. Tragicommedia cruda, poetica ed esilarante, fra situazioni grottesche, cinismi, ironia tagliente e surrealismo, ancora attualissima nella sua geniale spudoratezza. Marisa Laurito interpreta il ruolo scritto per Pupella Maggio, affiancata da un cast importante, nel racconto della Napoli dei dimenticati, durante una travagliata e incredibile notte di Capodanno.

Non manca Lucia Poli che sabato 29 febbraio porta in scena ANIMALESSE: STORIE DI ANIMALI IN PROSA, IN POESIA, IN MUSICA. La straordinaria capacità dell’attrice di alternare abilmente il giocoso, il satirico, il sussurrato e il grottesco, rende questo spettacolo un brillante atto unico. È un originale monologo in cui la fisarmonica della giovane musicista Rita Tumminia accompagna e sottolinea le femmine di varie specie animali. In scena, testi di Stefano Benni, Aldo Palazzeschi, Patricia Highsmith e Leonora Carrington.

In cartellone anche Leo Gullotta con BARTLEBY, LO SCRIVANO (domenica 15 marzo). Dal racconto che Hermann Melville pubblicò due anni dopo Moby Dick, Francesco Niccolini ha tratto un testo che viene portato in scena dalla compagnia dell’Arca Azzurra con la regia di Emanuele Gamba. Al centro della storia lo scrivano che lavora diligentemente fino a quando un giorno decide di rispondere a qualsiasi richiesta con la frase: “avrei preferenza di no”. Un gentile rifiuto che sconvolge l’ufficio e la vita del datore di lavoro.

Chiusura all’insegna della comicità, venerdì 27 marzo, con I Trejolie, il gruppo di attori diplomati alla Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano reso celebre dalla vittoria di Italia’s got talent 2017. IL SOLE IN TASCA è giocato su una comicità surreale (a volte ispirata alla slapstick comedy, altre volte è più vicina allo humor inglese) che trascina lo spettatore in un’atmosfera fatta di momenti musicali illogici, danze assurde, improbabili canzoni e dinamiche che si avvicinano al mondo della clownerie.

Share This