Scarica il comunicato stampa, clicca qui!

Un articolato percorso tra spettacoli e laboratori di teatro e danza destinati a bambini, famiglie e scuole, e incontri di formazione rivolti a insegnanti e operatori contraddistingue la nuova stagione dedicata al giovane pubblico di MET RAGAZZI Le arti della scena per le nuove generazioni 2019/20, curata da Edoardo Donatini e organizzata dal Teatro Metastasio di Prato in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Comune di Prato.

Le quattro sale della Fondazione Metastasio – Teatro Metastasio, Teatro Fabbricone, Teatro Fabbrichino, Teatro Magnolfi – ospitano a partire dal prossimo 16 novembre fino al 23 maggio 2020, 20 titoli di 18 tra le compagnie più rappresentative del settore (per un totale di 103 recite), tra cui 3 coproduzioni di Teatro Metastasio di Prato e Compagnia TPO.

Tra gli spettacoli in cartellone, l’immaginario dell’autore e regista Michelangelo Campanale ridona luce propria alla fiaba più conosciuta al mondo con BIANCANEVE, LA VERA STORIA di Crest Cooperativa Teatrale (Metastasio, 16 novembre); la coreografa Aline Nari gioca la carta dell’ironia per addentrarsi nella questione di genere e della diversità con IL COLORE ROSA (Fabbrichino, 23 novembre); LA CASA DEL PANDA di compagnia TPO/Fondazione Teatro Metastasio di Prato affronta un viaggio a passi di danza in compagnia di un panda fin dentro le storie della tradizione e della cultura cinese (Fabbrichino, 30 novembre); FACTORY COMPAGNIA TRANSADRIATICA TEATRO attraversa temi fondamentali per la crescita dove sogno, vita e morte corrono sullo stesso filo con PETER PAN (Metastasio, 7 dicembre); la compagnia Kanterstrasse riduce uno dei testi più importanti della cultura e della filosofia occidentale come l’Amleto in AMLETINO (Magnolfi, 18 gennaio); Teatro Gioco Vita incentra sulla figura del lupo la sua rilettura di Cappuccetto rosso con IL PIÙ FURBO (Metastasio, 25 gennaio); Principio Attivo Teatro costruisce una progressiva e coinvolgente sfida tra le bambine HANÀ E MOMÒ con prevaricazione e dispetti che alimentano giochi solo grazie all’immaginazione (Fabbrichino, 1 febbraio); IL MIO AMICO FRANKIE di Fontemaggiore/Occhisulmondo è la storia di un amico immaginario che una bambina adotta per confrontarsi con gli adulti e il mondo (Fabbricone, 8 febbraio); ROBERTO ABBIATI innesca magiche macchinerie nel CIRCO KAFKA, un piccolo spettacolo che ambienta il Processo di Franz Kafka in un surrogato di circo abitato da marionette, musicisti e ciarlatani (Magnolfi, 15 e 22 febbraio); nella scena de IL PICCOLO CLOWN della Compagnia dei Somari un padre, attore professionista, e suo figlio, un bambino di otto anni, indagano le relazioni di scambio fra due generazioni (Metastasio 29 febbraio); con TERRY il Teatro delle Briciole smonta lo stereotipo del bullo e prova a indagare alcune possibili cause che danno origine a certi comportamenti (Fabbricone, 7 marzo); il Teatro delle Briciole insieme al gruppo dei Sotterraneo fa arrivare dal futuro I FUTURNAUTI per innescare una riflessione sull’ambiente e sul tempo, sulle scelte che facciamo e sulle responsabilità che ciascuno ha verso il pianeta (Fabbricone, 21 marzo); in SCIENTIFICO! la Compagnia Teatrale Piccoli Principi mette in scena una singolare lezione sulla scienza stimolando il piacere della meraviglia (Fabbrichino, 29 marzo); Compagnia TPO/ Fondazione Teatro Metastasio di Prato presentano un’esperienza teatrale in equilibrio tra la performance e l’atelier con il percorso installativo ORECCHIO CURIOSO, che fa interagire il pubblico con gli oggetti di scena per creare delle partiture collettive che stimolano il movimento (Fabbricone, 23 maggio).

Il programma riserva poi un invito speciale alle famiglie nel mese di dicembre per gli appuntamenti di NATALE È TEATRO, una ‘festa del teatro’ lunga due giorni in ognuno dei quali sarà possibile assistere a ben 3 spettacoli: con POLLICINO, il Teatro del Piccione invita a dar voce alla paura sana intrinseca in ogni distacco e trasforma una storia buia in un piccolo inno alla vita e alla speranza (Fabbricone, sabato 14 dicembre ore 15.30 e domenica 15 dicembre ore 17.00); Patrizia Menichelli è artefice di un gioco rituale ne IL FAVOLOSO MONDO, un’esperienza itinerante che, attraverso i sensi, prepara a una visita speciale nella dimensione onirica di una strana lavanderia (Magnolfi, sabato 14 dicembre ore 17.00 e domenica 15 dicembre ore 11 e 15.30); il IL GIARDINO GIAPPONESE di compagnia TPO/ Teatro Metastasio di Prato è un racconto per immagini e danza dedicato alla bellezza del giardino giapponese, un mondo in miniatura racchiuso dentro a un tappeto “magico”, sensibile al tatto (Fabbrichino, sabato 14 dicembre ore 17.00 e domenica 15 dicembre ore 15.30).

Ci sono infine tre spettacoli di danza che rientrano in MILLEPIEDI, una ‘rassegna nella rassegna’ dedicata all’espressività del corpo e studiata in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus: la Compagnia La luna nel tetto vede Michelangelo Campanale dirigere i danzatori-acrobati della Compagnia EleinaD in  CAPPUCCETTO ROSSO (Fabbricone, 19 aprile); in COSTELLAZIONI. PRONTI, PARTENZA…SPAZIO!, la compagnia Sosta Palmizi/I Nuovi Scalzi intraprende un viaggio fantasioso e giocoso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle, fra pianeti e corpi celesti alla scoperta di prospettiva, relatività, tempo e spazio (Fabbricone, 26 aprile); Cob/Compagnia Opus Ballet e Compagnia Giardino Chiuso con danza, parola, video e musica raccontano viaggi fantastici e perigliosi alla scoperta di sensazioni, affetti, giustizia, amicizia, tradimento e divertimento, con PINOCCHIO (Fabbricone, 3 maggio).

Inoltre il LABORATORIO DELLE ARTI DELLA SCENA propone un percorso teatrale rivolto a bambini, ragazzi e genitori attraverso la percezione, la narrazione, la trasformazione, l’improvvisazione, il racconto, la poesia, il ritmo, l’esplorazione della voce, del corpo e del movimento nello spazio: un progetto sperimentale di scuola di teatro che si rinnova per il quinto anno consecutivo, in preparazione a una vera e propria Accademia per l’infanzia. Attivo tutti i sabato e i mercoledì dal 9 novembre al 10 maggio, il laboratorio potrà accogliere 60 tra bambini e ragazzi (tra i 6 e i 18 anni) oltre che i genitori, e sarà coordinato dai docenti Pasquale Scalzi (formatore, autore, attore, regista teatrale – Il gioco del Teatro – La parola, il corpo, la scena), Chiara Innocenti (danzatrice – Propedeutica – Teatro/Danza), Riccardo Goretti (attore, autore, drammaturgo – Dal testo alla scena), Silvia Gribaudi (Coreografa – Teatro/Danza). Tutti gli incontri si svolgeranno presso il Teatro Magnolfi (info e iacrizioni mauro.morucci@metastasio.it, 0574 608519).

Infine, riservato a insegnanti e operatori, il ciclo di incontri e laboratori LE ARTI, LA SCENA rappresenta una sezione cardine del progetto MET RAGAZZI, un’occasione di riflessione e analisi della funzione del teatro in relazione all’infanzia favorita dal contatto diretto con gli artisti e dall’approfondimento delle poetiche propedeutiche volte ad avvicinare i bambini all’arte contemporanea. In particolare in questa edizione sono previsti tre incontri – con Principio Attivo Teatro, Fontemaggiore/Occhisulmondo e La luna sul tetto – e cinque laboratori con Factory compagnia transadriatica, Compagnia TPO, Riccardo Goretti, Silvia Gribaudi e Sosta Palmizi (tutto il programma su www.metastasio.it).

A corredo della rassegna, le Scuole Primarie e Secondarie di Primo e Secondo Grado potranno seguire con prospettive inconsuete le VISITE GUIDATE AL METASTASIO (info e prenotazioni mauro.morucci@metastasio.it, 0574 608519).

Finita la programmazione degli spettacoli, a partire dal mese di maggio, la stagione proseguirà come già gli scorsi anni con la MET RAGAZZI ESTATE e la compagnia TPO che, nello spazio open air adiacente al Teatro Fabbricone/Sala Fabbrichino, organizzerà atelier, spettacoli e concerti all’aperto (il dettaglio del programma verrà annunciato prossimamente).

info e prenotazioni: 0574 608501 – biglietteria@metastasio.it
biglietti: ragazzi 6 euro, adulti 7 euro
info Cristina Roncucci 0574/24782 (interno 2) – 347 1122817

Share This