Empoli, Teatro Excelsior: martedì 5 novembre, ore 21

IL MAESTRO E MARGHERITA
di Michail Bulgakov
riscrittura Letizia Russo
regia Andrea Baracco
con Michele Riondino nel ruolo di Woland
e Francesco Bonomo (Maestro/Ponzio Pilato), Federica Rosellini (Margherita)
e con (in o.a.) Giordano Agrusta, Carolina Balucani, Caterina Fiocchetti, Michele Nani,
Alessandro Pezzali, Francesco Bolo Rossini, Diego Sepe, Oskar Winiarski
scene e costumi Marta Crisolini Malatesta
luci Simone De Angelis
musiche originali Giacomo Vezzani
foto Guido Mencari
produzione Teatro Stabile dell’Umbria
con il contributo speciale della Brunello Cucinelli Spa in occasione dei 40 di attività dell’impresa

Un grande cast dà vita alle perturbanti pagine del famoso romanzo “anti-utopistico” di Michail Bulgakov, scardinando dall’interno l’ideologia dominante, mostrandone crepe, inganni e profonde contraddizioni.
Nella Russia sovietica post rivoluzione, si consuma la tormentata storia d’amore tra il Maestro e Margherita alla quale si intrecciano l’irruzione a Mosca del Diavolo e il processo del Messia portato avanti da Ponzio Pilato. Si passa dal registro comico a quello drammatico, dal varietà al monologo esistenziale sulla natura dell’uomo e dell’amore: entrambe le sfumature convivono creando un gioco quasi funambolico dove a volte si ride e a volte si piange, fino a far combaciare i due sentimenti.

Share This