Lucca, Teatro del Giglio: venerdì 25 e sabato 26 ottobre (ore 21), domenica 27 ottobre (ore 16)
Camaiore, Teatro dell’Olivo: domenica 3 novembre, ore 21
Rosignano, Teatro Solvay: lunedì 18 novembre, 21.15

HO PERSO IL FILO
soggetto Angela Finocchiaro, Walter Fontana, Cristina Pezzoli
testo Walter Fontana
regia Cristina Pezzoli
coreografie originali Hervé Koubi
con Angela Finocchiaro
e con le Creature del Labirinto: Alis Bianca, Giacomo Buffoni, Alessandro La Rosa, Antonio Lollo, Filippo Pieroni, Alessio Spirito
scene Giacomo Andrico
luci Valerio Alfieri
costumi Manuela Stucchi
musiche di scena Vladimiro Croce
video design Nina Donatini, Etienne Nzi
montaggio video e post-produzione Iacopo Tiscar
puppet e attrezzeria Saverio Galano, Cristiana Maranca
maschere e oggetti di scena realizzati dallo scultore Alessandro Baronio
voce dei quizzoni Diego Paul Galtieri
le musiche del corridoio del tempo e caverna del minotauro sono di Mauro Pagani
produzione Agidi

Cosa ci fa Angela Finocchiaro con elmo, corazza, spadone e smartphone davanti all’ingresso del Labirinto di Cnosso? Con la sua stralunata comicità e ironia l’attrice intraprende un viaggio personale nel tempo e nei luoghi mai dimenticati. Dall’infanzia al presente si trova a fare i conti con l’audace scelta di interpretare un eroe che deve affrontare il Minotauro e con esso tutte le sue più grandi paure.
In un viaggio visionario e divertente si rivelerà per ciò che davvero è: non l’eroe sfavillante del mondo mitologico classico, ma l’anti-eroina per eccellenza, archetipo dei tanti vizi e delle poche virtù in cui tutti noi possiamo riconoscerci.
Gli episodi autobiografici si rivelano essere anche un pretesto per riflettere su temi importanti a dimostrazione che il riso è sempre stratificato comunque su qualcosa di riflessivo. Una prova d’artista a tutto tondo che si completa con le coreografie originali di Hervé Koubi, talentuoso coreografo della scena internazionale.

Share This