Scarica il comunicato stampa, clicca qui!

CASTAGNETO CARDUCCI
TEATRO ROMA
STAGIONE TEATRALE 2019/2020

Milena Vukotic, Emilio Solfrizzi e Amanda Sandrelli al Teatro Roma di Castagneto

C’è anche una regina della scena come Milena Vukotic a illuminare il cartellone del Teatro Roma di Castagneto Carducci, che quest’anno propone grandi nomi della scena nazionale: da Emilio Solfrizzi ad Amanda Sandrelli. Un programma che include spettacoli dedicati a grandi personaggi dell’arte e dello sport (Modigliani e Roger Federer), e riflessioni su temi caldi del nostro presente: dai rapporti familiari al potere. E poi ancora musica, riletture di classici e anche proposte per i più piccoli.

La stagione che nasce, come sempre, dalla collaborazione fra l’amministrazione comunale e Fondazione Toscana Spettacolo onlus, la rete teatrale che contribuisce a programmare oltre sessanta teatri in tutta la regione, riconosciuta, anche nel 2019, come primo circuito multidisciplinare dal Mibact.

Confermate tutte le iniziative di promozione: Carta dello Spettatore FTS, che offre vantaggi come il biglietto ridotto in tutti i teatri del circuito, eccetto quello in cui viene sottoscritta; Biglietto futuro, riduzioni per under 30; Carta studente della Toscana, biglietto a 8 euro per gli studenti universitari in possesso della carta; Buon compleanno a teatro, che regala il biglietto nel giorno del compleanno; Biglietto sospeso, che consente di offrire uno spettacolo a chi vive un momento di difficoltà; Diventa storyteller, per pubblicare le proprie recensioni e commenti alla serata sul sito toscanaspettacolo.it.

La stagione si apre all’insegna della musica, domenica 15 dicembre, ore 21 come per tutti gli spettacoli, con ORTATTACK Emozioni in musica. È una vivace proposta musicale targata Orchestra della Toscana ideata dal primo violoncello Luca Provenzani, che nel concerto sarà solista al fianco di Augusto Gasbarri. Sul palco, un ensemble di dieci elementi, alle prese con un programma che spazia da Vivaldi a Piazzolla, passando anche Rossini e Morricone.

Milena Vukotic è la protagonista di UN AUTUNNO DI FUOCO, una commedia dolce e graffiante di Eric Coble, in scena venerdì 17 gennaio. Reso celebre a Broadway nel 2014, il testo si apre con un’anziana barricata in casa mentre un intruso si infila dalla finestra. In realtà, però, si tratta di una resa dei conti fra la donna, un’artista quasi ottantenne, e la sua famiglia, per stabilire dove trascorrerà i suoi ultimi anni di vita. Diretto da Marcello Cotugno, lo spettacolo vede in scena anche Maximilian Nisi, molto attivo in teatro, cinema e tv.

In ARLECCHINO FURIOSO giovedì 30 gennaio – protagonista è la Commedia dell’Arte, con la maschera simbolo del teatro italiano. Lo spettacolo nasce da un canovaccio firmato dai giovani di Stivalaccio Teatro diretti da Marco Zoppello dedicato all’amore. È un amore ostacolato, invocato, cercato, ma soprattutto un amore universale, capace di travalicare i confini del mondo. Uno spettacolo recitato con varietà di lingue e dialetti, che gioca con duelli e pantomime, arricchito dall’uso di maschere, travestimenti, e canti.

Per riscoprire la vita del pittore che dalla sua Livorno approdò a Parigi, Michele Crestacci porta in scena, sabato 15 febbraio, MODIGLIANI. Scritto a quattro mani col regista, Alessandro Brucioni, lo spettacolo ci racconta genio e sregolatezza dell’artista che in soli 35 anni di vita seppe segnare la storia dell’arte con i suoi dipinti eleganti e sensuali. Attraverso un’irriverente spola tra Livorno e Parigi, tra passato e presente, questo lavoro offre uno sguardo amaro su una provincia solare e bella, ma drammaticamente conservatrice, che non seppe riconoscere la grandezza di Modì.

Un altro grande personaggio è al centro di ROGER, in scena venerdì 28 febbraio. Emilio Solfrizzi porta in scena un testo di Umberto Marino e nato dal suo omonimo romanzo sul tennista svizzero Roger Federer. Ma qui i riferimenti realistici sono ridotti al minimo, non ci sono oggetti o effetti sonori, tutto è affidato all’attore. Impegnato in un’immaginaria partita tra un generico numero due e l’inarrivabile campione, Solfrizzi incarna molteplici personaggi, dal cronista ai due sfidanti, rispondendo ai suoi stessi fulminanti lungolinea con divine volé di rovescio.

In cartellone – sabato 14 marzo – anche la rilettura contemporanea di un grande classico, scritta e diretta da Simone Martini: I Promessi Sposi. Providence, Providence, Providence. Con la sua compagnia KanterStrasse Teatro, Martini ci porta in una Lombardia spagnoleggiante dove i due protagonisti si trovano a rincorrersi, mentre vengono ostacolati da forze invisibili. Al centro, dunque, il tema del potere, un potere spesso intangibile, ma che pure incide profondamente sule vite dei personaggi.

Chiude la stagione – sabato 28 marzo LA METAFISICA DELLA BELLEZZA lettere dalle case chiuse. Amanda Sandrelli porta in scena, con Elena Arvigo – anche autrice dello spettacolo – un intenso reading dedicato alle numerose prostitute che, all’inizio degli anni Cinquanta, scrissero alla senatrice Merlin per sostenere la sua battaglia volta a chiudere le case di tolleranza.  Donne, spesso madri, piene di gratitudine per chi mostrava loro attenzione, che denunciavano con forza un mondo fatto di malattia e sfruttamento e protetto da connivenze e corruzione.

In programma, in matinée per le scuole, anche un progetto della compagnia Zaches Teatro dedicato ai bambini delle scuole elementari, che prevede uno spettacolo di danza in matinée (Cappuccetto rosso, a novembre) e un laboratorio.

 

Campagna nuovi  abbonamenti
da giovedì 7 novembre a domenica 15 dicembre
abbonamento
posto unico intero € 59 / ridotto € 47

biglietti
posto unico intero € 15 / ridotto € 12

biglietto per studenti universitari possessori della carta “Studenti della Toscana” € 8

riduzioni “biglietto futuro” under 30, over 65, iscritti al CFDMA (Scuola comunale di Musica), Filarmonica Comunale e per i tesserati della Biblioteca Comunale.

Share This