Scarica i materiali stampa (comunicato + foto), clicca QUI!

Comune di Massa
Fondazione Toscana Spettacolo onlus

TEATRO DEI SERVI
stagione 2018-2019 

Lo spettacolo continua. Malgrado la chiusura del Teatro Guglielmi, il Comune di Massa e Fondazione Toscana Spettacolo onlus presentano – al Teatro dei Servi, spazio culturale polifunzionale – una stagione in linea con l’altissimo livello a cui si è abituato il preparatissimo pubblico della città. Scandiscono il cartellone artisti di primo piano come Amanda Sandrelli, Valentina Lodovini, Lino Musella, ma anche compagnie come i Fanny & Alexander e Gli Omini.

Il programma è un perfetto equilibrio di testi classici e contemporanei. Da un lato autori come Shakespeare, Goldoni e Pirandello, con capolavori che hanno segnato la storia del teatro affrontando tematiche immortali come il potere e la famiglia, dall’altro maestri del nostro tempo come Dario Fo e Stephen Sachs, alle prese con tematiche tipiche dei nostri giorni. Si parlerà di povertà, di conflitto di classe, di sfasamenti generazionali.
Il Teatro dei Servi, che dal 2011 ospita rassegne per ragazzi, cartelloni di teatro amatoriale e manifestazioni d’arte di qualità, torna così ad ospitare compagnie di rilievo nazionale, confermando la propria identità culturale. La nuova stagione sarà, infatti, ricca di appuntamenti, proposte, momenti artistici e culturali capaci di soddisfare i gusti di un vasto pubblico e di rispondere alle aspettative del territorio. In attesa della riapertura del massimo teatro cittadino, il Guglielmi.

Prezzi: biglietti da 16 euro; abbonamenti da 105 euro.

FTS “Aspettando i 30 anni”: per il suo trentennale (autunno 2019) Fondazione Toscana Spettacolo già nella stagione 2018-2019 propone iniziative rivolte al pubblico per offrire sempre nuove occasioni di vivere lo spettacolo dal vivo e di raccontare l’esperienza a teatro: Carta dello spettatore FTS, biglietto sospeso, diventa storyteller. Proposte per il pubblico di oggi e di domani, per una partecipazione ancora più inclusiva. Per informazioni visita il sito toscanaspettacolo.it

La stagione si apre con la nuova produzione dell’Arca Azzurra: Amanda Sandrelli sarà La locandiera, al fianco di Alex Cendron e degli attori storici della compagnia (sabato 15 e domenica 16 dicembre, ore 21, come per tutti gli spettacoli). Il noto testo di Goldoni tratteggiava, a metà del Settecento, una donna forte, capace di tenere testa ai suoi quattro pretendenti mantenendo salda la sua coscienza sociale e il rispetto per le volontà del padre scomparso. Ora, il testo viene adattato per la compagnia da Francesco Niccolini, che firma anche la regia al fianco di Paolo Valerio. Il nuovo spettacolo di Arca Azzurra Teatro, che ha debuttato lo scorso 10 novembre, è un’anteprima per il territorio.

Lino Musella e Paolo Mazzarelli propongono poi – martedì 15 e mercoledì 16 gennaio – il primo episodio del loro originale progetto Who is the King. Da William Shakespeare – la serie. Una saga che trasformerà in quattro spettacoli teatrali otto drammi shakespeariani (Riccardo II, Enrico IV parte I e II, Enrico V, Enrico VI parte I, II, III e Riccardo III). In questo primo episodio ci si concentra sui primi due testi, assistendo alla parabola discendente del re Riccardo, dissoluto e viziato, ma anche toccato da inaudite vette di saggezza. In scena, un cast di dieci attori capitanato dai due registi.

Non manca Tutta casa, letto e chiesa, una delle commedie più rappresentate di Dario Fo e Franca Rame, con un’interprete d’eccezione come Valentina Lodovini (martedì 5 e mercoledì 6 febbraio), pluripremiata attrice di cinema (tra gli altri riconoscimenti, Davide di Donatello nel 2011 come migliore attrice non protagonista per Benvenuti al Sud). Diretta da Sandro Mabellini, porta in scena un affresco sulla condizione femminile, interpretando quattro donne, di condizioni diverse, ma sempre sfruttate.

A seguire, sabato 16 e domenica 17 febbraio, gli Omini propongono La famiglia Campione. Tre gli attori danno vita a dieci personaggi di tre diverse generazioni. I nonni aspettano di morire, i genitori sono troppi, i figli continuano a girare a vuoto. Ma uno di loro domani parte. Un altro invece ha scelto un viaggio diverso, si è chiuso nel bagno dietro quella porta. È da una settimana che non esce, non parla. Parte da qui uno spettacolo nato da indagini e laboratori svolti in Toscana che hanno coinvolto più di ottanta giovani.

I Fanny & Alexanxder si ispirano all’Amica geniale di Elena Ferrante per portare in scena, sabato 2 e domenica 3 marzo, Da parte loro nessuna domanda imbarazzante. Al centro di questo spettacolo, interpretato da Chiara Lagani e Fiorenza Menni, l’episodio in cui due bambine gettano per sfida le loro bambole nelle profondità di uno scantinato. Quando vanno a cercarle, non ci sono più, e si convincono che le abbia rubate l’orco della loro infanzia.

Si prosegue, venerdì 29 e sabato 30 marzo, con un classico di Pirandello: Il piacere dell’onestà. Il testo, rappresentato per la prima volta nel 1917 da Ruggero Ruggeri, racconta la storia di Angelo Baldovino, che accetta un matrimonio di facciata con una donna incinta di un altro, ma poi prende la cosa molto sul serio, scoprendo la bellezza di una vita retta. Lo porta in scena l’attore e regista Alessandro Averone, che ne è anche interprete e coproduttore, con la sua compagnia Knuk, al fianco del teatro Metastasio di Prato.

Chiude la stagione, mercoledì 17 e giovedì 18 aprile, Le verità di Bakersfield. Marina Massironi e Roberto Citran interpretano, con la regia di Veronica Cruciani, il testo di Stephen Sachs. È la storia di due vicende umane lontanissime che si incontrano in un’America percorsa da forti divari sociali. Maude è una cinquantenne disoccupata che trova nella sua roulotte un presunto quadro di Jackson Pollock. Spetta a Lionel, l’esperto d’arte volato da New York, il compito di valutare l’opera che, in caso di autenticazione, potrebbe far cambiare completamente vita alla donna.

 

CAMPAGNA ABBONAMENTI
Da sabato 1 a venerdì 7 dicembre, ore 9-12.30 e 15.30-19, presso la biglietteria del Teatro dei Servi.ù
Limite di acquisto per persona: n. 2 titoli di abbonamento.

ABBONAMENTI
intero € 130
ridotto €105 

BIGLIETTI
intero € 20
ridotto €16 

riduzioni
under 18 e over 65
possessori Carta dello Spettatore FTS (solo per i biglietti) 

PREVENDITA BIGLIETTI
Da lunedì 10 a venerdì 13 dicembre dalle ore 9 alle 12.30 e dalle ore 15.30 alle 19 sarà messo in vendita un blocco di biglietti di tutti gli spettacoli della stagione.

VENDITA BIGLIETTI
Il giorno precedente lo spettacolo e nei giorni di spettacolo secondo le modalità di apertura della biglietteria.
Limite di acquisto per persona: n. 2 biglietti per spettacolo.

BIGLIETTERIA
La biglietteria è aperta dal giorno precedente lo spettacolo, 9-12.30 e 15.30-19, e nei giorni di spettacolo, 9-12.30 e 18-21.
Gli orari di apertura sono anche pubblicati sul sito del teatro accessibile dalla pagina www.comune.massa.ms.it
Non è possibile la prenotazione dei posti.

Inizio spettacoli ore 21.

Gli spettatori sono pregati di rispettare l’orario di inizio. A spettacolo iniziato si potrà avere accesso secondo le indicazioni del Personale di Sala, nei posti eventualmente disponibili.
Il teatro può ospitare spettatori diversamente abili, è opportuno darne comunicazione al botteghino nei giorni di apertura.

 

INFO
Teatro dei Servi
via Palestro, 36 – 54100 Massa
Tel. 0585 811973

Settore Cultura – Silvia Ozioso
silvia.ozioso@comune.massa.ms.it
tel. 0585 490213
cell. 348 6662021
URP 800 013 846

Massa, 14 novembre 2018

Share This