Arezzo, Teatro Petrarca: giovedì 31 marzo, ore 21

DON Q. – DON QUIXOTE DE LA MANCHA
coreografia Eugenio Scigliano
musiche Kimmo Pohjonen, classica spagnola
scene e luci Carlo Cerri
video Carlo Cerri e OOOPStudio
costumi Kristopher Millar, Lois Swandale
realizzati dalla Sartoria Aterballetto, Giuseppina Carbosiero, Francesca Messori
realizzazione scene Minelli Restauratori (Gubbio), Scenografie Peroni
produzione Aterballetto

Ad interessare il coreografo Eugenio Scigliano è la particolare natura umana – quella del “dreamer” – dell’Hidalgo di Cervantes, eroe particolarmente amato dal mondo del balletto per il suo mondo ideale acceso di sogni e ideali. Don Q. – Don Quixote De La Mancha ad Arezzo giovedì 31 marzo.

Don Chisciotte è l’archetipo di una particolare natura umana, quella del sognatore. È l’incarnazione di uno stato dello spirito e della mente meravigliosamente “a-normali”, elevato a mito, capace di attraversare epoche e culture. Per questo è stato anche, e più volte, frequentato dal teatro di danza: il coreografo, interessato a evocare attraverso la metafora del movimento una condizione interiore alimentata da sogni e ideali, trova nell’Hidalgo di Cervantes una fonte inesauribile di ispirazione. Perché Don Chisciotte è uno e centomila e ognuno può ritrarre il “proprio” Don Chisciotte. Come fa Eugenio Scigliano nel nuovo progetto per Aterballetto in cui il coreografo empaticamente si riflette nel suo personaggio e ne traduce lo spaesamento umano e la necessità di non abdicare ai propri ideali anche se la realtà congiura per soffocarli.

Share This