Lastra a Signa, Teatro delle Arti: venerdì 18 marzo, ore 21

AMULETO
di Roberto Bolaño
traduzione Ilide Carmignani
regia Riccardo Massai
con Maria Paiato
produzione Archètipo

“Questa sarà una storia del terrore. Sarà una storia poliziesca, un noir, un racconto dell’orrore. Ma non sembrerà. Non sembrerà perché sono io quella che la racconta. Sono io a parlare, e quindi non sembrerà. Ma in fondo è la storia di un crimine atroce”. Amuleto a Lastra a Signa il 18 marzo.

Questo è l’inizio del romanzo Amuleto di Roberto Bolaño, uno dei massimi scrittori latinoamericani del secondo Novecento. La voce è quella di Auxilio Lacouture, una donna realmente esistita, che rimase imprigionata per dodici giorni, in compagnia delle poesie di Pedro Garfias e dei propri ricordi, nella toilette per donne della facoltà di lettere e filosofia di Città del Messico, dopo l’irruzione dell’esercito nel campus, il 18 settembre 1968. E attraverso la storia di Auxilio, interpretata da una magnifica e intensa Maria Paiato, ripercorriamo la storia di un intero Paese.

Share This