Roccastrada, Teatro dei Concordi: giovedì 25 febbraio, ore 21

MILITE IGNOTO
quindicidiciotto
uno spettacolo di Mario Perrotta
tratto da Avanti sempre di Nicola Maranesi
e da La Grande Guerra, i diari raccontano un progetto a cura di Pier Vittorio Buffa e Nicola Maranesi – Gruppo
editoriale L’Espresso e Archivio Diaristico Nazionale
con Mario Perrotta
collaborazione alla regia Paola Roscioli
luci e suoni Eva Bruno
organizzazione Silvia Ferrari
foto di scena Luigi Burron
produzione Archivio Diaristico Nazionale / dueL
La Piccionaia / Permàr

“Ho scelto questo titolo, Milite Ignoto, perché la prima guerra mondiale fu l’ultimo evento bellico dove il milite ebbe ancora un qualche valore anche nel suo agire solitario”. Così Mario Perrotta presenta il suo Milite ignoto, al Teatro dei Concordi di Roccastrada giovedì 25 febbraio.

Milite ignoto racconta il primo, vero momento di unità nazionale. È, infatti, nelle trincee di sangue e fango che gli italiani si sono conosciuti e ritrovati vicini per la prima volta: veneti e sardi, piemontesi e siciliani, pugliesi e lombardi accomunati dalla paura e dallo spaesamento per quell’evento più grande di loro. Piccole storie, sguardi e parole di singoli uomini che hanno vissuto e descritto la guerra dal loro particolarissimo punto d’osservazione e che hanno dipinto la Grande Guerra per quel che fu: un conflitto spersonalizzato in cui gli esseri umani coinvolti sono semplici ingranaggi del meccanismo e non più protagonisti eroici della vittoria o della sconfitta.

Share This