Un’isola di uomini liberi, Mompracem, ripopolata da superstiti di violenze, schiavitù e dolore. Una comunità di rifugiati, in attesa di documenti, lavoro, futuro. E un simbolo di riscatto per entrambi: Sandokan. Una delle massime espressioni della letteratura italiana per ragazzi Le Tigri di Mompracem, incrocia le storie, l’orgoglio e le voci di chi attende… davanti al mare.
Lo spettacolo è una declinazione del più ampio progetto MigrAzioni#Scandicci e coinvolge richiedenti asilo politico provenienti da diversi paesi dell’Africa. I migranti sono stati coinvolti in un percorso formativo attraverso i linguaggi della scena basato sull’opera di Salgari, attuando un interessante ribaltamento: alcuni temerari pirati malesi, che possono contare solo su coraggio e spirito di sopravvivenza, si lanciano in una lotta impari contro i colonialisti inglesi, simbolo di un Occidente prepotente e violento, diventando gli eroi positivi in cui identificarsi.
Un esperimento di partecipazione interculturale, dunque, per poter raccontare il tema della migrazione di oggi attraverso le parole di più di un secolo fa, usando il teatro di figura e la danza, linguaggi universali che attraverso la poesia hanno il potere di unire passato e presente.

durata: 50’

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

liberamente ispirato a Le Tigri di Mompracem di Emilio Salgari
ideazione, coreografia e regia Luana Gramegna
ideazione, scene, luci e costumi Francesco Givone
progetto sonoro e musiche originali Stefano Ciardi
dramaturg Simone Faloppa
con un gruppo di attori richiedenti asilo politico
realizzazioni costumi Aboubacar Sadio
realizzazione scene e oggetti di scena Bacary Sonko,
Oumar Traore, Aboubacar Sadio, Fakeba Djite
produzione Zaches Teatro/Teatro della Toscana in
collaborazione con Sociolab Ricerca Sociale
con il patrocinio di Amnesty International Italia/
Comune di Scandicci/Biblioteca di Scandicci/
cooperativa Albatros/Diaconia Valdese/CAS di Calenzano
e con il sostegno di Regione Toscana/MiBACT

foto di Sara Barbieri

Contattaci Newsletter
×
 
Grazie per esserti iscritto.
×
 
Grazie! Il suo messaggio è stato inviato.
×