Un manifesto della nostra essenza. Nel riadattamento teatrale dell’omonimo film di Woody Allen, Monica Guerritore ha voluto sottolineare l’immutabilità delle pulsioni umane: l’attrazione, il voler essere diversi da quel che si è, la voglia di una vita diversa. Lo spettacolo si svolge in una sala da ballo, un luogo non definito, ma realistico dove una volta a settimana dopo il lavoro si incontrano un gruppo di persone, che in una sola notte riflettono sulla presenza o l’assenza dell’amore, dialogando con il pubblico per svelare quello che sta accadendo nel loro mondo interiore.

durata:1h 45’

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes

tratto dal film omonimo di Woody Allen
adattato e diretto da Monica Guerritore
con Monica Guerritore, Francesca Reggiani
e con Ferdinando Maddaloni,
Cristian Giammarini
e con Enzo Curcurù, Lucilla Mininno,
Malvina Ruggiano, Angelo Zampieri
scene Giovanni Licheri, Alida Cappellini
costumi Valter Azzini
luci PaoIo Meglio
traduzione Giorgio Mariuzzo
aiuto regia Lisa Angelillo
direttore di allestimento Marco Parlà
direttore di scena Raffaele D’Alesio
fonico Paolo Baldini
sarta Paola Landini
assistente alla regia Ludovica Coni Nievo
fotografo Giovanni Chiarot
ufficio stampa Viola Sbragia
produzione a.ArtistiAssociati/Pierfrancesco Pisani/Parmaconcerti

Contattaci Newsletter
×
 
Grazie per esserti iscritto.
×
 
Grazie! Il suo messaggio è stato inviato.
×