La stazione di una periferia non è solo un luogo di passaggio, non è un momento di transito, non è solo un non-luogo. La stazione di una città piccola ha una sua identità, con i suoi abitanti, le sue voci, le sue regole.
Gli Omini sono stati un mese alla Stazione di Pistoia, sui binari, nel bar, sulle panchine. Hanno capito le regole e le hanno viste infrangere. Hanno incontrato la gente: alcuni pendolari, molti ex carcerati e altrettanti in libertà vigilata, piccioni, studenti confusi, marchettari, gente che si sposta in treno perché non ha più la macchina, coppie di ogni tipo, amore in ogni forma, tossici, barboni suonatori di mandolino, donne che alla stazione leggono e poi parlano come un libro stampato. Gente che si nasconde, da guardare con la coda dell’occhio.
Ci scusiamo per il disagio è tutto questo. E lo racconta con i soli orpelli scenografici di una panchina, un altoparlante che fa da monito e da confidente, una luce rossa lontana.

durata: 1h

progetto T
uno spettacolo teatrale di e con Gli Omini
di Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi, Giulia Zacchini e Luca Zacchini
con Francesco Rotelli, Francesca Sarteanesi e Luca Zacchini
produzione Associazione Teatrale Pistoiese-Centro di Produzione Teatrale
con il sostegno Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Regione Toscana


  • Teatro Dovizi - Bibbiena
    giovedì 28 febbraio 2019 alle 21:30
    dalle ore 20.30 I GUSTI A TEATRO a cura di Ristorante Il Toscano

Le recensioni del pubblico

0.00 avg. rating (0% score) - 0 votes
Share This
×