Scarica i materiali stampa (comunicato + foto), clicca QUI!

FONDAZIONE TOSCANA SPETTACOLO Onlus
COMUNE DI REGGELLO
COOPERATIVA TEATRO EXCELSIOR 

TEATRO EXCELSIOR
STAGIONE TEATRALE 2018/2019

Grandi artisti e giovani promesse: il meglio del teatro contemporaneo in scena all’Excelsior
Apertura in musica sabato 17 novembre con Maria Cassi e il suo SUONIEMOZIONI
È interamente dedicato alla nuova scena teatrale il cartellone del Teatro Excelsior di Reggello. Un’offerta ricchissima, che si articola fra una rassegna di spettacoli di teatro e musica (Spartiti di scena) e la stagione vera e propria, fortemente concentrata sui nuovi linguaggi. Nove appuntamenti con una rosa di protagonisti fra i più interessanti della scena nazionale contemporanea: Maria Cassi, Lucrezia Guidone, Familie Flöz, Carmelo Alù, compagnia Bahamut, Sacchi di Sabbia, collettivo Controcanto. Infine, la programmazione per i ragazzi: spettacoli selezionati fra le produzioni nazionali dedicate a questo target di pubblico, il più esigente. 

La stagione, che, come da tradizione, nasce dalla collaborazione fra Fondazione Toscana Spettacolo onlus – primo circuito multidisciplinare in Italia –, l’Amministrazione comunale e la Cooperativa Teatro Excelsior, è una panoramica sulle novità del teatro contemporaneo: infatti, spazia da registi affermati e pluripremiati dalla critica, a giovani compagnie segnalate dai bandi per artisti emergenti.
Al centro degli spettacoli molti dei temi caldi del nostro presente: dalla sopraffazione silenziosa dell’uomo sulla donna, ai problemi del lavoro, fino a riletture e attualizzazioni di capolavori del teatro e della letteratura. E non mancano spettacoli leggeri o comici, capaci di strappare qualche risata ma anche di emozionarci, spesso accompagnati da un’importante componente musicale.
Il cartellone si completa con i tre appuntamenti del Maggio Metropolitano, eventi di musica classica organizzati in collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino.
Il cartellone del Teatro Excelsior (insieme a quelli di Barga, Carrara e Siena) quest’anno sarà al centro di un progetto giornalistico di Fondazione Toscana Spettacolo onlus, TeatrOnline, realizzato da Francesco Tomei, in collaborazione con Neon Film Production di Stefano Cosimini e Simone Gonnelli. Un racconto “in diretta” social della vita “in” e “intorno” al teatro che coinvolgerà le principali realtà sociali del territorio. Una vera e propria web series che racconterà attraverso 12 documentari la vita delle persone che ruotano attorno al teatro: attori, spettatori o lavoratori ma anche di comuni cittadini, che hanno una storia particolare da raccontare.

Prezzi: biglietti: 14 euro (intero), 12 euro (ridotto), 9 euro (“biglietto futuro”); abbonamento 9 spettacoli (3 rassegna + 6 stagione): 85 euro (intero), 78 euro (ridotto), 62 (under 30). Abbonamento stagione di prosa: 62 euro (intero), 55 euro (ridotto), 40 euro (under 30). Abbonamento rassegna Spartiti di scena (3 spettacoli): intero € 28.
Novità: per gli universitari possessori della Carta dello Studente è riservato un prezzo speciale di 8 euro; le riduzioni per i giovani sono valide fino a 30 anni.
FTS “Aspettando i 30 anni”: per il suo trentennale (autunno 2019) Fondazione Toscana Spettacolo già nella stagione 2018-2019 propone iniziative rivolte al pubblico per offrire sempre nuove occasioni di vivere lo spettacolo dal vivo e di raccontare l’esperienza a teatro: Carta dello spettatore FTS, biglietto sospeso, biglietto futuro, buon compleanno a teatro, carta dello Studente della Toscana, diventa storyteller. Proposte per il pubblico di oggi e di domani, per una partecipazione ancora più inclusiva. 

È Maria Cassi ad aprire la rassegna Spartiti di scena, sabato 17 novembre (ore 21.15, come per tutti gli spettacoli), con Suoniemozioni. Accompagnata dal vivo dal musicista Marco Poggiolesi, l’artista propone un omaggio alle canzoni di Lucio Battisti e Giulio Mogol. Uno spettacolo fra teatro e musica, che alterna brani che hanno emozionato un’intera generazione di ragazzi e ragazze, a racconti di baci adolescenziali, innamoramenti giovanili e tradimenti. Un mix di ironia e verve teatrale dove non mancano momenti di rara forza drammatica.
Anche Lorenzo Baglioni, col suo Selfiesabato 1 dicembre – alterna musiche e canzoni originali, suonate dal vivo da un’irreverente band, a parti recitate, in bilico tra stand-up comedy e varietà. Si parla di Google e malattie, di Facebook e corteggiamento sui social, di internet e vita condominiale, di Elvis e dei Beatles, di Firenze e provincia, di amore e morte. In questo ironico “selflie”, Baglioni si racconta, con esempi e criticità che sono quelle che tutti noi affrontiamo ogni giorno.
La rassegna si chiude con La signorina Else, scritta da Arthur Schnitzler nel 1924. È la storia di una ragazza che deve mostrarsi nuda a un uomo ricchissimo per poter ottenere del denaro e salvare la propria famiglia dalla bancarotta (domenica 16 dicembre). Un’opera con una tematica attualissima – fa pensare al MeToo – messa in scena con la sua consueta eleganza da Federico Tiezzi e interpretata dalla giovane Lucrezia Guidone. Una spietata radiografia di una società corrotta proprio nel nucleo familiare, il quale, invece di proteggere i propri figli, li immola cinicamente.

La stagione vera e propria si apre invece sabato 12 gennaio con Donchisci@tte. Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi partono dal romanzo di Miguel de Cervantes per scagliarlo contro la nostra contemporaneità. Ora, il nostro Don, con vesti sgangheratamente complottiste e una spiritualità naif, dovrà lottare contro le menti malefiche dei giganti delle multinazionali, accompagnato da un Sancho che è insieme figlio e disorientato adepto. E se l’Amore è ancora il vento che soffia e muove, Dulcinea, intrappolata in una webcam, può svanire dolorosamente per un banale blackout.
A seguire, domenica 20 gennaio, la Familie Flöz, la compagnia tedesca nota per i suoi toccanti lavori con le maschere, propone Teatro Delusio. È uno spettacolo che gioca con le innumerevoli sfaccettature del mondo teatrale: in scena e dietro le quinte, fra illusioni e disillusioni, nasce uno spazio magico carico di toccante umanità. Mentre la scena diventa backstage ed il backstage è messo in scena, si passa dal mondo opulento dell’opera a selvaggi duelli di spada, da intrighi lucidamente freddi a scene d’amore passionali.
Non manca la grande drammaturgia di Jon Fosse, adesso riletta dal giovane regista Carmelo Alù. Vincitore del bando Davanti al pubblico (promosso da FTS, Teatro Metastasio, Kilowatt e Armunia), Alù porta in scena, sabato 2 febbraio, Cani morti. È un giallo, ambientato in un piccolo villaggio sui fiordi dove una famiglia vive serena finché non scompare il suo amato cane. Cani morti racconta quel momento in cui la vita si tende fino a spezzarsi, cambiando lo stato del presente da ordinario a straordinario.
Con It’s App to You, vincitore del premio In-Box 2018, entriamo in un esilarante video-gioco teatrale, con i giovani della compagnia Bahamut (sabato 23 febbraio). Firma la regia Leonardo Manzan, premiato dalla Biennale di Venezia come migliore regista under 30, che qui è anche attore, e interpreta un finto spettatore, subito scelto dalla compagnia per entrare nel loro gioco. Incarna un solipsista, convinto che l’intero mondo sia una creazione della sua mente. Interagirà con un buffo personaggio da video-gioco, e dovrà seguire le istruzioni di un narratore/guida, chiamato Algoritmo.
Dalla collaborazione del regista Massimiliano Civica con la compagnia toscana dei Sacchi di Sabbia nasce Andromaca, una originale rilettura del testo di Euripide, in scena venerdì 8 marzo. Le disillusioni dell’essere umano, incapace di contrastare il proprio destino, innescano una serie di sfortunati eventi che con estrema ironia Civica commenta in scena attraverso un coro femminile, ispirato alle comari di paese. Non manca la cifra stilistica dei Sacchi di Sabbia: un marcato accento toscano che rende familiari, e ancor più fruibili, i personaggi.
Chiude la stagione, sabato 23 marzo, Sempre Domenica, vincitore del premio In-Box 2017. In scena, i giovani del collettivo Controcanto: sei attori seduti di fronte al pubblico, che danno vita ad una serie di scene perfettamente incastrate fra loro, senza mai lasciare il proprio posto. Si parla di lavoro, di colloqui, di scelte da prendere, e anche dell’energia e dei sogni che il lavoro quotidianamente mangia, consuma, sottrae. Uno spettacolo che unisce riflessioni drammatiche e tremendamente attuali a un linguaggio frizzante e nuovo che sa infondere entusiasmo e ottimismo.

Il programma di teatro per le famiglie si compone di tre appuntamenti in domenicale: due fanno parte del progetto “Girotondo Metropolitano” (Il gatto con gli stivali e altre storie il 18 novembre e Preistoriclown il 25 novembre); l’appuntamento organizzato in collaborazione con FTS, il 9 dicembre, è Il re dei pavoni, spettacolo tratto dalle celebri Fiabe italiane di Italo Calvino, prodotto dalla compagnia Pilar Ternera. Narra la storia di una principessa che vuole sposare un principe diverso da quello proposto dalla famiglia reale; la sua determinazione la porterà fino in Perù, dove governerà sul regno dei Pavoni. Nell’attuale contesto storico e sociale, è un invito al rispetto delle diversità e all’incontro con l’altro, un’occasione per aprirsi allo sconosciuto e allo straniero.
Per le scuole, alle ore 10.30, sono il programma tre spettacoli: mercoledì 16 gennaio la versione coreutica di Cappuccetto Rosso!, nella lettura della compagnia di danza Zaches Teatro; venerdì 15 febbraio, Amletino, riscrittura poetica e ironica del classico shakespeariano proposta dalla compagnia KanterStrasse, realizzata in stretta relazione con l’immaginario dell’artista e illustratore Andrea Rauch; infine, mercoledì 20 marzo, Mare mosso. Hic sunt leones, progetto e regia di Gianfranco Pedullà sul rapporto fra padre e figlio nel segno dell’avventura.

Ricordiamo che la programmazione del teatro ha ospitato la rassegna Maggio Metropolitano: martedì 23 ottobre, presso il Teatro del Maggio, la prova lavoro del maestro Fabio Luisi, sabato 3 novembre, al Teatro Excelsior, i Professori dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

campagna abbonamenti
in corso

abbonamento prosa (6 spettacoli)
intero € 62
ridotto € 55
ridotto under 30 € 40

abbonamento rassegna Spartiti di scena (3 spettacoli)
intero € 28

abbonamento a 9 spettacoli (3 rassegna + 6 stagione di prosa)
intero € 85
ridotto € 78
ridotto under 30 € 62

biglietti
intero € 14
ridotto € 12
ridotto “biglietto futuro” under 30 € 9

carta Studente della Toscana
biglietto ridotto € 8 studenti universitari
(il posto verrà assegnato, dietro presentazione della carta, in base alla disponibilità della pianta; si consiglia l’accesso in biglietteria almeno un’ora prima dell’inizio spettacolo)

riduzioni
“biglietto futuro” under 30, soci Excelsior, over 65, soci BCC Cascia, possessori Carta dello spettatore FTS (solo per i biglietti)

prevendite
presso il teatro il venerdì ore 18-19.30, il sabato ore 10-12.30 e 21–23 e la domenica ore 15-19 e 21-23
punti vendita BoxOfficeToscana e Ticketone

info
Teatro Excelsior
via Dante Alighieri 7, Reggello
tel. 055 869190 in orario di prevendita
info@teatroexcelsior.it 

comune.reggello.fi.it
toscanaspettacolo.it
teatroexcelsior.it

Share This