Lunedì 30 aprile, ore 21.00, al Teatro dei Rozzi di Siena si terrà l’incontro spettacolo “Galateo, manuale pratico del vivere civile“, esito finale del progetto-scuola FTS a cura di Simone Faloppa, compagnia Lombardi-Tiezzi, Batignani&Faloppa per gli istituti scolastici ITSAS Monna Agnese e Istituto Tecnico Industriale Tito Sarrocchi di Siena.

Come ci ricorda l’ambizioso Monsieur Jourdain per bocca di Molière ne “Il borghese gentiluomo”, la vicenda del cibo, del piacere di condividerlo e delle buone maniere è semplice, e parte del nostro DNA nazionale. Eppure l’uomo, molte volte, ama crearsi un’infinità di tormenti, incertezze, intolleranze spesso assolutamente ingiustificate. I numerosi galatei (da Erasmo a Dalla Casa, per esempio) sono lo specchio di come una società vorrebbe essere: ossia, trattati e precetti (dagli schemi e regole più o meno rigidi) che seguono il ciclo della vita, dal battesimo al funerale. Essi prestano attenzione soprattutto ai momenti d’interazione tra soggetti sociali, prescrivendo norme dettagliate sul corpo, la conversazione (pubblica o privata, che sia) e l’organizzazione dello spazio. Ai giorni nostri, quale forma assumono? Che ruolo hanno? Eccoci dunque nel cuore della questione: elaborare una nuova bussola per la nostra quotidianità, imparare un codice condiviso per destreggiarci in presenza del più temibile ed evitabile dei mostri della contemporaneità: l’altro.

 

Newsletter
×
 
Grazie per esserti iscritto.
×