A Castiglion Fiorentino già pronta la stagione firmata dall’amministrazione comunale insieme a Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Officine della Cultura con una proposta “al buio” del direttore artistico Alessandro Benvenuti

«L’anno scorso abbiamo fatto al nostro pubblico una proposta scandalosa che si è rivelata un’opportunità. È vero che Paganini non ripete ma siccome noi non siamo Paganini, anzi i Paganini ci piace vederli a teatro, quest’anno faremo il bis!». Parole di Alessandro Benvenuti, direttore artistico del Teatro Comunale Mario Spina di Castiglion Fiorentino, che lancia così l’idea per l’estate del Mario Spina presentando con largo anticipo la stagione teatrale 2017/18 nata dalla rinnovata collaborazione tra Comune di Castiglion Fiorentino, Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Officine della Cultura. E, insieme, l’abbonamento al buio della stagione bis, “Non staccare la spina”, a un costo molto vantaggioso, un “prezzo da estate”, con ospiti da scoprire solo nell’autunno quando la temperata luce dell’inverno inviterà a tornare a godere della magia teatro.

A confermare lo spunto di Benvenuti ci pensa Massimiliano Lachi, Assessore alla Cultura del Comune di Castiglion Fiorentino: «A due anni dalla riapertura del Teatro siamo lieti di vedere come il lavoro fatto per ridare a Castiglion Fiorentino una casa della e per la cultura abbia ottenuto tanta fiducia. Senza la fiducia e l’affetto dei castiglionesi, ma non solo, non sarebbe nemmeno pensabile una proposta come quella suggerita da Officine della Cultura insieme ad Alessandro Benvenuti. E noi siamo lieti d’appoggiarla». Parole di stimolo che fanno seguito a quelle di Beatrice Magnolfi, Presidente di Fondazione Toscana Spettacolo onlus: «Il teatro aiuta a vivere meglio. Con questa consapevolezza il pubblico del Teatro Mario Spina ogni anno aumenta la domanda di teatro, spingendoci a realizzare cartelloni sempre più ricchi e articolati, in grado di offrire agli spettatori nuovi e più sofisticati strumenti di lettura della realtà. La sintonia tra Fondazione Toscana Spettacolo onlus, l’Amministrazione Comunale e Officine della Cultura rende possibile ogni anno questo piccolo miracolo, che si rinnova anche con la stagione 2017-2018. Una stagione che esplora la scena contemporanea con alcune delle proposte più interessanti della scena nazionale».

Confermata la direzione artistica all’attore fiorentino, affiancato da Luca Roccia Baldini, l’inizio ufficiale della stagione è fissato per mercoledì 11 ottobre con la co-produzione firmata da Teatro Stabile dell’Umbria e Officine della Cultura Occident Express (Haifa è nata per star ferma). Nato dalla penna di Stefano Massini, punta di diamante della generazione dei giovani drammaturghi italiani, Occident Express porterà sul palcoscenico del Mario Spina Ottavia Piccolo accompagnata da un’eccellenza musicale del territorio, l’Orchestra Multietnica di Arezzo, in una sezione scelta di musicisti diretti da Enrico Fink, curatore delle musiche. Disegno luci di Alfredo Piras. La nuova produzione, all’inizio di una lunga tournée invernale, prenderà vita proprio negli spazi del teatro castiglionese, a partire dal 12 settembre, tra il palcoscenico e la bella foresteria, realtà unica nel suo genere in grado di ospitare un’intera compagnia di artisti.

Foresteria e palcoscenico ancora protagonisti nell’appuntamento di sabato 18 novembre, H3+, originale percorso tra teatro e musica d’autore con Paolo Benvegnù, Luca Ronga, Luca Roccia Baldini, Andrea Franchi, Marco Lazzeri e Ciro Fiorucci. Officine della Cultura, produttrice dell’evento, sperimenterà ancora sul palcoscenico di casa il proprio talento per la contaminazione tra i generi dello spettacolo, questa volta grazie alla voce e al talento di un cantautore poeta del contemporaneo. Tecnico del suono Michele Pazzaglia. Scenografie Lucia Baricci. Luci e regia Luca Roccia Baldini e Luca Ronga.

Ultimo appuntamento per il 2017, giovedì 14 dicembre, con Marco D’Amore in American Buffalo di David Mamet (adattamento Maurizio de Giovanni). Una produzione Teatro Eliseo con la regia Marco D’Amore e con Tonino Taiuti e Vincenzo Nemolato.

Gli eventi del 2018. Venerdì 19 gennaio Mistero Buffo di Dario Fo con Ugo Dighero (produzione Teatro dell’Archivolto). Venerdì 9 febbraio Sotterraneo e Associazione Teatrale Pistoiese porteranno in scena Il giro del mondo in 80 giorni – Storygame fra Jules Verne e Sotterraneo con Sara Bonaventura, Claudio Cirri e Mattia Tuliozi; adattamento Daniele Villa, concept e regia Sotterraneo. Venerdì 23 febbraio appuntamento con il duo Katia Beni e Anna Meacci in Non c’è duo senza te di Katia Beni, Anna Meacci e Alberto Severi (produzione Teatri d’Imbarco). Finale di stagione sabato 10 marzo con Virginia Billi, Giorgia Calandrini, Rosario Campisi, Francesco Franzosi, Alba Grigatti in 8 sfumature di Giulietta, regia Riccardo Rombi, luci Laura De Bernardis, scene Beatrice Ficalbi, assistente alla regia Ulpia Popa, progetto video Andrea Santese, produzione Catalyst.

Confermati anche per i mesi a venire gli incontri con i protagonisti della stagione nel pre-spettacolo, secondo l’idea di un teatro sempre aperto e senza confini, che invita il pubblico a “Non staccare la spina”. Occasioni di confronto e racconto, nella storica cornice del bar del teatro, applauditi da un pubblico di appassionati e disponibili alla rivisitazione, e rilettura, nel canale YouTube di Officine della Cultura.

In merito alla “proposta scandalosa bis”, Alessandro Benvenuti e Officine della Cultura annunciano che solo nei giorni 13, 14 e 15 luglio l’abbonamento ai 7 spettacoli della stagione ufficiale sarà affiancato ad un prezzo speciale ai 5 spettacoli ancora da svelare della stagione bis, la proposta parallela curata da Officine che lascia aperte le porte del teatro per “Non staccare la spina”. Occasione imperdibile per gli amanti del teatro e del Teatro Mario Spina in particolare, fondata sulla fiducia di una gestione che invita a scoprire il teatro “al buio”.

L’acquisto degli abbonamenti a prezzo straordinariamente ridotto sarà possibile a Castiglion Fiorentino giovedì 13 e venerdì 14 luglio dalle ore 16:30 alle ore 20:00 e sabato 15 luglio dalle ore 10:00 alle ore 13:00 presso la cassa del Teatro Mario Spina. Per i tanti abbonati residenti ad Arezzo la biglietteria sarà aperta anche presso Officine della Cultura, in via Trasimento 16, solo giovedì 13 e venerdì 14 luglio dalle ore 10:00 alle ore 15:30 e dalle ore 13:00 alle ore 18:30. Ulteriore appuntamento martedì 1 agosto a Castiglion Fiorentino in orario di apertura della cassa, dalle ore 20:00 circa, presso il Chiostro di San Francesco in occasione del concerto del Festival delle Musiche con Armonera – Armonie di Tango.

Ulteriori informazioni presso i numeri di Officine della Cultura 0575 27961 e 338 8431111 – www.officinedellacultura.org.

Contattaci Newsletter
×
 
Grazie per esserti iscritto.
×
 
Grazie! Il suo messaggio è stato inviato.
×