Anche quest’anno il Funaro Centro Culturale e la Fortezza Medicea di Santa Barbara tornano ad ospitare Teatri di Confine, la rassegna programmata da FTS e ATP, che per l’occasione trova piena sintonia con il Pistoia Teatro Festival.
Al Funaro lunedì 19 giugno, alle ore 21.30, la prima regionale de L’arte del teatro, spettacolo scritto e diretto da Pascal Rambert, regista, drammaturgo e coreografo francese, direttore del parigino Théâtre de Gennevilliers.
La Fortezza Medicea di Santa Barbara si candida invece a rappresentare lo spazio per i più giovani o per le ‘nuove narrazioni’ ospitando gli spettacoli di Kepler-452, il nuovo lavoro de Gli Omini con eXtraLiscio (in prima nazionale) e la prima regionale del nuovo spettacolo di Ascanio Celestini.

IL PROGRAMMA

il Funaro Centro Culturale
lunedì
19 giugno, ore 21.30
Pascal Rambert
L’ARTE DEL TEATRO
scritto e diretto da Pascal Rambert
con Paolo Musio
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione
durata: 45’
PRIMA REGIONALE

In L’arte del teatro, il protagonista Paolo Musio mostra un attore spiegare al suo cane in cosa consiste l’arte dell’essere attori. Affidando il suo monologo all’ascolto silenzioso del “migliore amico dell’uomo”, l’attore di Rambert in realtà consegna a noi spettatori un’autentica dichiarazione d’amore per il teatro, arte che esige di essere goduta, che è sinonimo di vita e di passione, che nella dimensione privilegiata del “qui e ora” si nutre del respiro e del battito della contemporaneità.

dalle ore 20 buffet a cura de Il Funaro
info e prenotazioni tel. 0573 977225 info@ilfunaro.org

Fortezza Santa Barbara
martedì
20 giugno, ore 22.30
Kepler-452
LA RIVOLUZIONE È FACILE SE SAI COME FARLA
uno spettacolo di Kepler-452
libera riduzione teatrale realizzata da
Kepler-452, V. Cramarossa, V. Fiorica
da un testo di Quit The Doner (Daniele Rielli)
regia Nicola Borghesi
con Paola Aiello, Nicola Borghesi, Lodo Guenzi
musiche Lo Stato Sociale
produzione Kepler-452 e Festival 20 30con il sostegno di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna
durata: 1h 30’

Uno spettacolo teatrale per un pubblico giovane, questa è la scommessa de La Rivoluzione è Facile se sai come Farla. Scommessa vinta a giudicare dal doppio sold out della prima milanese. Scritto da Daniele Rielli (Quit The Doner) e con quattro attori, tra i quali Lodo Guenzi de Lo Stato Sociale.

Fortezza Santa Barbara
giovedì
22 giugno, ore 22.30
Gli Omini e eXtraLiscio
GRAN GLASSÉ
una serata di parole sudate e punk da balera
Gli Omini: Francesca la paillette Sarteanesi, the little Francesco Rotelli, Luca
Zacchini on the floor, Giulia i don’t play Zacchini
eXtraLiscio: Big Mauro Ferrara vox, Michele Orvieti mellotron/orvietronix,
Baby Moira vox, Enrico Milli tromba fisarmonica, Daniele Manzi batteria, Alfredo
Nuti chitarra, Marco Bovi basso, Johnny Moreno “il Biondo” sax clarino
vox
, Mirco Mariani piano chitarra 12 corde vox
luci Emiliano Pona, Alessandro Ricci
produzione Gli Omini
durata 1h 30’
PRIMA NAZIONALE

Gli Omini e gli eXtraLiscio superorchestra punk da balera, due percorsi artistici paralleli accomunati dalla voglia di riqualificare il concetto di popolare. Un teatro nato dalla gente e fatto per le persone e una musica in grado di far alzare dalla sedia vecchi, bambini e tutti quelli che ci stanno in mezzo. Gli Extraliscio, la tradizione che si fa modernità, una musica che si trova a proprio agio nella più rinomata balera quanto in un centro sociale e Gli Omini che in dieci anni di lavoro sul campo hanno costruito un archivio di testimonianze e parole sfuse, per rendere tradizione e memoria il tempo presente.

Fortezza Santa Barbara
venerdì
23 giugno, ore 21.30
Ascanio Celestini, Gianluca Casadei
CHE FINE HANNO FATTO GLI INDIANI PUEBLO?
storia provvisoria di un giorno di pioggia
studio per uno spettacolo di Ascanio Celestini
con Ascanio Celestini e Gianluca Casadei
suono Andrea Pesce
produzione Fabbrica srl
durata: 1h 20’
PRIMA REGIONALE

Con questo studio Ascanio Celestini lavora alla scrittura di un’altra tappa, la seconda, del suo percorso iniziato un paio d’anni fa con Laika. Un ritorno agli stessi luoghi dove incontriamo ancora una volta le periferie, il bar, il supermercato, il marciapiede. Tutte parti di un regno in cui personaggi fantastici e reali, fi gure commoventi di un presente senza tempo ci raccontano storie feroci e poetiche di vite al limite. Anche in questa nuovo lavoro è Gianluca Casadei ad accompagnare con le sue musiche e la sua fisarmonica la narrazione che Celestini fa dei suoi personaggi. Donne e uomini che, al di là della loro particolare collocazione sociale, ritraggono.

 

Biglietteria: 0573 991609-27112
posto unico (non numerato)
intero 12 ridotto* 10 Risvegliati_Card** 6
* riduzioni: under30 e soci Unicoop Firenze
** La Card è riservata a coloro che non hanno ancora compiuto il trentesimo anno d’età. Permette di ottenere lo sconto del 50% sull’acquisto dei biglietti

Per gli spettacoli di Teatri di Confine 2017 è prevista l’agevolazione a favore degli studenti iscritti agli atenei e gli istituti universitari toscani.

Contattaci Newsletter
×
 
Grazie per esserti iscritto.
×
 
Grazie! Il suo messaggio è stato inviato.
×